Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Nei giorni scorsi proprio il presidente del Coni Petrucci, in accordo con il presidente della Figc Abete, aveva chiesto l’intervento del  Governo su temi  decisivi e ancora aperti per il calcio professionistico, sottolineando la necessità di una spinta riformatrice finalizzata allo sviluppo e alla crescita dell’intero sistema. 

Un tavolo istituzionale, informa il sito web della Figc, che si è concluso con un appello da parte di Gianni Letta al mondo del calcio e a tutto il paese: “Il calcio non è il solo mondo connotato da conflittualità, tutto il paese attraversa un momento difficile. Si esce dalle difficoltà solo ritrovando lo spirito di unione e la capacità di confrontarsi”.

Spiega il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, al termine dell’incontro con i rappresentanti di Coni, Figc, Lega e Aic a Palazzo Chigi: “E’ stata fatta una riflessione in spirito di sinergia e non di contrapposizione per esplorare tutti i problemi aperti. Tre le aree tematiche: la riforma della legge 91 che mostra i suoi anni e necessita un mutamento rispetto alla realtà, quindi la tutela dei marchi e la questione stadi. Vogliamo fare in modo di essere competitivi in sede internazionale. Tutto questo deve far capo al Coni, il soggetto dello sport italiano, noi siamo a disposizione per arrivare alla ridefinizione della legge con un testo condiviso”:

Sull’accordo siglato oggi in Figc con Lega e Aic per il rinnovo del contratto di lavoro dei calciatori è intervenuto il presidente Abete lanciando un messaggio chiaro: “Non può e non deve significare l’apertura di situazioni simili fra un anno. Su questo siamo chiari fin da subito ed è necessario che ognuno si assuma le proprio responsabilità. Tutte le risorse devono essere proiettate ad un confronto di merito all’interno del quadro esistente, sarebbe inutile dare luogo a voli pindarici che non hanno praticabilità nel breve periodo. Bisogna confrontarsi sui problemi specifici per rendere le cose funzionali alle esigenze di un sistema che è cambiato. La Figc svolgerà il proprio ruolo nella profonda convinzione e con il fortissimo auspicio che ci sia una capacità di confronto in tempi utili”.

All’incontro a Palazzo Chigi era presente anche il sottosegretario con delega allo sport Rocco Crimi, che ha sottolineato: “Siamo qui, attendo proposte che arriveranno per quando riguarda marchi e legge 91. Per la legge sugli stadi, lavoreremo in modo da accelerare l’iter”.

I presidenti di Coni, Figc, Lega di A e Aic hanno incontrato i due sottosegretari Letta e Crimi subito dopo la firma del nuovo contratto collettivo di lavoro dei calciatori. In merito a questo argomento, Petrucci ha rivolto i complimenti ad Abete per l’opera di mediazione svolta in questa circostanza: “Hanno fatto tutti un buon lavoro, i due presidenti della Lega e dell’Aic, e il presidente Abete come mediatore. Adesso pensiamo a fare un buon campionato, pensiamo che dalla prossima settimana non si debba parlar male degli arbitri. Si riparta con una dimensione nuova, si chieda alle istituzioni di essere mature ma lo facciano anche i dirigenti sportivi. Il Governo ha certamente problemi più importanti, noi siamo a disposizione di Federcalcio, Aic e Leghe”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 giorno fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali1 giorno fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi