Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Sergio Mutolo) Nel calcio italiano si sta per chiudere la vertenza con l’Aic, ma resta sempre aperta la spinosa questione dei diritti televisivi.

In Serie bwin si è giocata oggi la terza giornata di campionato, ma la vendita dei diritti tv della serie cadetta sul digitale terrestre è ancora di là da venire. Per seguire le partite della categoria guidata dal presidente Abodi bisogna giocoforza sintonizzarsi sulla piattaforma satellitare di Sky.

Incombe la vendita dei diritti televisivi della Serie A a partire dal 2012. I nodi stanno per tornare al pettine. Lo dimostrano le dichiarazioni di fuoco rilasciate sul punto dal presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. Forse sono passate inosservate, attutite come sono state dal caos mediatico sollevato dallo sciopero dei calciatori. Richiederebbero, invece, una riflessione molto approfondita.

La spaccatura sui diritti televisivi è tutt’altro che ricomposta, a partire dalla definizione dei bacini d’utenza. La Lega Serie A, guidata da mesi dal dimissionario ma non ancora dimissionato Maurizio Beretta, vive una pericolosa situazione di stallo in materia, e non solo.

Il campionato che parte venerdì è popolato da una lunga lista di club sommersi da una montagna di debiti. Il sistema calcio italiano boccheggia. All’estero (in Premier, Liga, Bundesliga, Ligue 1) gli stadi sono nuovi e colorati da falangi di tifosi. Qui da noi gli impianti sono cadenti e semivuoti.

La carenza di un accordo condiviso sulla vendita collettiva dei diritti tv, sommata al Fair Play Finanziario introdotto dalla Uefa di monsieur Platini che sembra fatto apposta per marginalizzare la serie A in Europa, potrebbero dare la mazzata finale al traballante sistema pallonaro del Belpaese.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali23 ore fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali23 ore fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi