Connect with us

Pubblicato

il

Il futuro dei nuovi stadi italiani è cominciato ieri a Torino. Al di là della fastosa cerimonia di inaugurazione, lo Juventus Stadium segna un passo decisivo nel cammino del calcio italiano verso il cosiddetto modello inglese. Impianti più piccoli, moderni, confortevoli, plurifunzionali, con meno barriere, vivibili sette giorni su sette.

Gli spalti sono a ridosso del campo (7,5 metri la prima fila, 49 metri l’ultima). Il design è avveniristico ed elegante (interni griffati Pininfarina, esterni Giugiaro. L’impianto è fruibile sette giorni su sette, grazie alle sue proposte seducenti: Stadium Tour (da ottobre), Museo della Juventus (dalla primavera), 8 aree di ristorazione e 21 bar, ipermercato adiacente e maxi-parcheggi (per 4mila automobili).

L’elemento più innovativo, la vera scommessa del club bianconero, è il fatto che si tratta di un open space, senza barriere, grate, vetrate (salvo quelle che delimitano il settore ospiti). Addio alle curve (il perimetro è rettangolare).

Lo Juventus Stadium può contenere 41 mila spettatori. E’ costato 105 milioni di euro. I posti più esclusivi sono 3.600 (4 Suites e 64 Sky Boxes), 4mila sono i posti auto. L’area urbana interessata dal progetto è di 355.000 metri quadrati: La superficie dello stadio è di 90.000 metri quadrati. Il centro commerciale ne occupa 34.000. Intorno al perimetro sono previsti 30.000 metri quadrati di aree verdi.

La società di Andrea Agnelli conta di incrementare i ricavi da stadio di circa 20 milioni nella stagione 2011/2012, passando dagli attuali 11,5 milioni a 32 milioni. Il peso sul fatturato complessivo dovrebbe passare dal 7% al 19,6%.

Il simbolo della struttura sono i due pennoni tricolori di sostegno, alti 86 metri. La tribuna stampa conta 275 posti. Gli spogliatoi sono 3. A disposizione della sicurezza ci sono 2 pitch view studio.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 giorni fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale6 giorni fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale3 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato3 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi