Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Alla vigilia di Juve-Parma, anticipo dell’ora di pranzo in programma domani alle ore 12.30, Antonio Conte non nasconde l’emozione. La frormazione è già nella testa dell’ex capitano bianconero. Sulla carta i dubbi sembrerebbero pochi.

In difesa, davanti a Buffon, dovrebbero essere  Chiellini e Barzagli a formare la coppia di centrali, con lo svizzero Lichtsteiner e il ritrovato De Ceglie sulle fasce. A centrocampo Marchisio si avvia a battere la concorrenza del nuovo arrivo Vidal: sarà lui a fare coppia con Pirlo. Sulle corsie Pepe e Giaccherini dovrebbero aver battuto la concorrenza. In attacco Matri sembra in vantaggio su Vucinic per affiancare il sempreverde Del Piero.

In realtà il Parma fa un po’ paura. Nelle ultime tre sfide contro i bianconeri, i gialloblù hanno sempre vinto. Gli ultimi tre allenatori della Juve (Ferrara, Zaccheroni e Delneri) hanno visto i sorci verdi con gli emiliani. Conte, non crede nella cabala, pericolosamente avversa nella circostanza: “Siamo consapevoli che il Parma è un cliente difficile. Teniamo le antenne ben dritte. Io, comunque, non sono scaramantico. Per vincere serve sempre un po’ di fortuna. Ma la buona sorte non arriva da sola, bisogna procurarsela”.

In realtà tutto non è così chiaro nella formazione che scenderà in campo domani sul prato dello Juventus Stadium (nella foto). Conte alcuni dubbi li cova: “Là davanti è un bell’enigma. Di base, dovrei avere tutti a disposizione, anche se Krasic e Vucinic hanno appena recuperato dai loro acciacchi e tre quarti della squadra è tornata soltanto giovedì dagli impegni in Nazionale. Domani, quando farò la formazione, terrò conto di chi è entrato di più nei meccanismi di gioco, di chi ha già capito la mia filosofia. Elia l’ho visto due volte, Vidal idem, Estigarribia uguale.I primi due quasi sicuramente potranno dire la loro nella ripresa, con la possibilità di risultare decisivi “.

L’unica certezza nella composizione del reparto offensivo, al momento, sembra Alex Del Piero: “Volete sapere se Alex gioca? E’ un quesito nuovo, a nessun allenatore della Juve è stata mai fatta questa domanda”, sorride il tecnico. Chi non sarà nemmeno in panchina è Amauri, escluso dal progetto tecnico del club: “Mi attengo alle disposizioni societarie, ognuno deve rispondere dei propri comportamenti, da una parte e dall’altra”.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film