Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – So. Gian.) Chi pensava che la crisi della Roma fosse passeggera e che l’inizio del campionato l’avrebbe spazzata via è servito. Il campionato comincia come peggio non poteva. Ovvero con una sconfitta all’Olimpico che il buon Cagliari visto oggi merita appieno. La panchina di Luis Enrique diventa bollente.

I giallorossi cominciano bene. Totti si piazza tra Bojan e Osvaldo. Si mette in luce Pjanic, che rileva a sorpresa Gago mandato a riscaldare la panchina. Anche Perrotta si dà da fare. Il Cagliari prende le misure ed esce alla distanza. Il gioco della Roma diventa lento e molto prevedibile. Al 43′ Biondini centra in pieno la traversa dal limite e fa capire che aria tira.

Luis Enrique cambia le carte nella ripresa, mettendo dentro Borriello al posto di Bojan dal 15′. Al 23′ vantaggio del Cagliari. Il gol è merito di Daniele Conti che approfitta di un erroraccio di Josè Angel e mette dentro con un bel colpo di destro. Al 24′ altra battuta a vuoto di Josè Angel, che mette a terra  Biondini e si fa buttare fuori da un arbitro forse troppo fiscale. Solo al 31′ entra Gago per Rosi, con Luis Enrique che passa a una difesa a due pur con dieci giocatori in campo. Non cambia il risultato. Anzi, è il Cagliari che raddoppia al 49′ con El Kabir, pescato da Nainggolan, che segna con un bel diagonale. Ininfluente il gol di De Rossi al 51′. Per la Roma si prevedono tempi cupi.

A fine gara Luis Enrique afferma che la sconfitta di oggi non cambia le sue idee e i suoi programmi: “Rimango ottimista al 100%, perchè  ho una rosa molto buona e sono sicuro che le cose cambieranno. Abbiamo fatto tanto possesso palla ma non siamo riusciti a concretizzare, ma dai giocatori ho visto totale impegno”. Poi, di fronte al replay dell’espulsione di Josè Angel, Enrique ha esclamato: ”ma questo non era da espulsione!”.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni4 settimane fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali1 mese fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi