Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Alla vigilia della partita del Camp Nou (nella foto) per il primo turno della fase a gironi di Champions, Massimiliano Allegri lavora per convincere i rossoneri che il Barcellona non è imbattibile né infallibile.

Verso il Camp Nou con serenità. L’allenatore del Milan, prima dell’ultimo allenamento, spiega: “Non dobbiamo affrontare i Campioni d’Europa con timore, ma con rispetto. Abbiamo di fronte la squadra che in questo momento gioca il calcio migliore del mondo, ma noi siamo il Milan e abbiamo grandi campioni. Nel calcio non bisogna mai dare niente per scontato. Il Barcellona gioca sempre nello stesso modo, sono bravi tecnicamente, spesso le sue partite sono a senso unico, fanno un gran possesso palla, però l’attimo di disattenzione può sempre capitare. Noi abbiamo il dovere di giocare con coraggio”,

Evitare un’altra falsa partenza
.
Il rischio è incappare in un’altra falsa partenza, dopo le due già collezionate con l’Inter in Supercoppa e con la Lazio all’esordio in campionato: “Serve attenzione per non ripetere quello che abbiamo fatto nei primi venti minuti con la Lazio. In quell’inizio di gara ci siamo allungati troppo. A Barcellona non possiamo permetterci di giocare venti minuti del genere. E i primi 25 minuti di Pechino sono stati simili, anche se abbiamo concesso solo un gol su punizione, mentre alla Lazio abbiamo lasciato due reti e due palle-gol, qualcosa a cui non siamo abituati. Per confermarci dobbiamo mostrare quello che abbiamo fatto vedere dopo questi inizi, sia con l’Inter che con la Lazio”.

Dubbi sulla formazione
. Mister Allegri, rispetto alla gara con la Lazio, può contare sul rientro di Clarence Seedorf e Gianluca Zambrotta (non ce la fa Robinho). Resta qualche nodo da sciogliere. Uno è tra Antonio Nocerino e Massimo Ambrosini a centrocampo. L’altro è su chi farà coppia con Zlatan Ibrahimovic (Antonio Cassano o Pato?): “Cassano ha fatto un’ottima partita contro la Lazio ma domani credo sia una partita dalle caratteristiche più adatte a Pato. Ha molti margini di miglioramento. Se giocherà domani, farà bene”. La velocità nelle percussioni del Papero, arma indispensabile per tenere in ambasce la difesa catalana, è un’arma da sfruttare. Come rifinitore offensivo, potrebbe fare bene lo stesso Ibrahimovic.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Calciomercato8 ore fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film