Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – St. Ant.)  La Roma sconfitta all’Olimpico (nella foto) con il Cagliari nell’esordio in campionato, non è un quello che si dice un buon inizio per i tifosi.

Luis Enrique chiede tempo, ma lui stesso non sa dire quanto ne servirà. I vertici del club rgiallorosso confermano il pieno sostegno all’allenatore: “Lo spagnolo non si tocca, per noi può perdere tutte le partite ma non succederà”.

La fiducia della squadra fa eco a quella del club. Lo stesso Totti, tra i più continui anche ieri, nonostante le baruffe estive con l’ex allenatore blaugrana ha sposato l’idea di un calcio innovativo e si è messo al servizio della squadra. Adesso gioca venti metri indietro rispetto alla posizione da centravanti su cui aveva puntato per primo Spalletti. Anche lui ha una certezza: “Questo programma sportivo richiede tempo”.

Anche De Rossi elogia Luis Enrique, nonostante l’inizio difficile: “Leale, innovativo. Un tecnico giovane con una mentalità nuova per la Roma ed anche per il calcio italiano. Predilige il possesso palla e il gioco offensivo. Una persona leale perché si è sempre comportato lealmente con noi, a partire da noi ‘senatori’, fino ai più giovani. Dice le cose in faccia e lo apprezzo anche per questo”.

Certo i risultati non arrivano. Si continuano a prendere gol da illustri sconosciuti, come lo slovacco Stepanovsky o il debuttante cagliaritano El Kabir. Il fatto è che Luis Enrique ha avuto a disposizione la Roma al completo soltanto per tre allenamenti. La squadra e i tifosi vanno dietro al pifferaio magico, ma tutti sanno che servirebbe come il pane una vittoria, anche giocando male.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi