Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Per la 5a giornata del campionato di serie A Juventus-Catania termina 1-1. Grazie a questo pareggio la squadra bianconera resta in testa alla classifica con 8 punti, in condominio con l’Udinese.

La squadra sembra essere andata un po’ in confusione per il cambio di modulo. Antonio Conte (nella foto) minimizza: “Ho giocatori che mi consentono di provare due soluzioni. Anche per avere un pizzico di imprevedibilità in più. Ho deciso di scegliere il 4-2-3-1 perché lo reputavo il modulo migliore per affrontare questo Catania”.

Sulle fasce i bianconeri si sono schierati con Krasic e Elia. Il mister juventino spiega così la sua scelta: “Gli esterni sono quelli che spendono di più e visto che eravamo alla terza partita in tre giorni dovevo per forza provare  dosare le energie”.

Antonio Conte accetta comunque di buon grado il punto ottenuto al Massimino e si proietta già oltre: “La cosa più bella è stata la nostra reazione. E’ un risultato positivo, ottenuto contro un buon Catania. Ci servirà da sprone per fare ancora meglio in settimana. E’ evidente che abbiamo ancora molto da lavorare, sotto tutti i punti di vista”.

Non è piaciuto latteggiamento remissivo nella fase iniziale della partita. Osserva il mister: “Dobbiamo imparare a dare noi per primi il cazzotto prima di subirlo. Se iniziamo noi a dover rincorrere diventa tutto più difficile”.

Conte innesta una specie di retromarcia in chiave scudetto: “Non metto le mani avanti ma sottolineo che per questo ed altri motivi è ancora presto parlare di una Juve da scudetto. Ricordo che questa squadra da due anni si piazza al settimo posto e ci sono squadre ben più attrezzate di noi. Non si fa un salto di qualità dall’oggi al domani. Bisogna lavorare tutti assieme  per crescere ancora”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi