Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Appena la serie A mette la testa fuori dai confini nazionali, il provincialismo del nostro campionato emerge in tutta la sua nettezza. Lo svuotamento degli stadi, frutto anche della deriva tecnica delle partite, è sotto gli occhi di tutti.

Due squadre sulle sette ammesse a partecipare alle coppe europee (Palermo e Roma) sono state eliminate ai preliminari di Europa League da club che più mediocri non si può. L’Udinese è uscita dalla Champions ai play off per mano dell’Arsenal, traslocando nella competizione più povera.

La classifica del Ranking Uefa richiama (dovrebbe richiamare) tutto il sistema alla cruda realtà, I numeri sono impietosi.La serie A è scivolata in quarta posizione. Staccatissima da Premier League, Liga e Bundesliga. La Ligue 1 francese ci sta ormai con il fiato sul collo. Dalla prossima stagione le società italiane ammesse in Champions saranno solo tre. La terza dovrà passare dai preliminari.

Eppure non si fa nulla per cambiare le cose. La conferma, ennesima, arriva da Udine. La squadra friulana di Guidolin gioca oggi, giovedì 29 settembre 2011, la gara con il Celtic (nella foto: il Celtic Park di Glagow) valida per il secondo turno della Fase a Gironi di Europa League. Dopo il successo interno nella prima giornata con il Rennes, l’Udinese affronta la trasferta di Glasgow (calcio d’inizio ore 19) con una formazione ridotta ai minimi termini. Parlare di Udinese B non è fuorviante, come si evince scorrendo la lista dei 19 convocati. In campo un numero esiguo di titolari. Per il resto solo seconde linee e tanti giovani di belle speranze (il rincalzo in attacco sarà il diciassettenne Marsura).

C’è poco da fare. Di Natale ha bisogno di riposo. Floro Flores e Barreto sono infortunati cronici. Così pure Domizzi, che passa da un problema muscolare all’altro. il romeno Torje non è utilizzabile in Europa League perché in estate, quando giocava nella Dinamo Bucarest, ha giocato i preliminari. Come prima punta sarà schierato il centrocampista Abdi, sostenuto dall’under 21 Fabbrini. Parlare di attacco di fortuna è il minimo.

Non abbiamo la palla di vetro. Non possiamo sapere come finirà la gara di stasera. Magari il diciannovenne argentino Battocchio farà sfracelli a centrocampo. Forse Abdi si scoprirà bomber. Chissà. Potrebbe accadere che l’Udinese B dia una lezione di calcio ai quei poveracci del Celtic. Ce lo auguriamo. Tutto nel calcio è possibile.

Alla vigilia un dato appare però (drammaticamente) chiaro. L’Udinese sta snobbando la trasferta di Glasgow. La triste conferma che le squadre italiane considerano l’Europa League un intralcio al provincialissimo campionato di serie A. Alla faccia del Ranking Uefa e del precipizio verso cui si sta trascinando il sistema.

Perché la Figc di Abete non si decide a intervenire, stabilendo regole severe per chi decide di iscriversi alle competizioni europee per rappresentare il sistema italiano?

Lui. Bel.www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 giorni fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale6 giorni fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale3 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato3 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi