Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Domani pomeriggio a Rieti (ore 17, stadio Manlio Scopigno, nella foto)  si gioca Italia-Turchia. Sarà una gara molto diversa rispetto a quella di Vaduz contro il Liechtenstein, finita con una goleada azzurra.

In merito non ha dubbi Ciro Ferrara, come informa il sito web della Figc: “Affronteremo una squadra che è prima nel nostro girone con quattro vittorie ottenute in altrettanti incontri. E’ vero che hanno giocato tre volte in casa e una sola fuori, ma è altrettanto vero che le partite bisogna vincerle e loro lo hanno sempre fatto. E’ sicuramente la sfida più importante fatta fino ad ora: noi abbiamo già messo da parte la vittoria in Liechtenstein, bisogna pensare al futuro, alla Turchia, ci siamo preparati bene e siamo pronti per affrontare una grande partita”.

Non per questo ci saranno modifiche al modulo tattico: “Sarà quello che abbiano adottato finora e non credo che ci saranno molti cambiamenti neppure negli uomini. Abbiamo avuto tempo per recuperare. Poi questi ragazzi, non giocando con grossa continuità in campionato, non credo siano particolarmente stanchi. Hanno speso tantissimo di sicuro nell’ultima partita perchè hanno dovuto correre per 11 pur essendo in 10, ma le energie le hanno recuperate e la squadra è pronta sia dal punto di vista fisico che mentale”.

L’avventura di Ferrara sulla panchina dell’Under 21 è iniziata proprio contro la Turchia . E’ passato quasi un anno da quell’esordio. Era il 17 novembre 2010 e gli Azzurrini si imposero sul campo di Fermo per 2-1 grazie alla doppietta di Macheda.

Molte cose sono cambiate da quel giorno e non solo per la giovane Italia. Ricorda Ferrara: “A Fermo incontrammo una squadra tosta, difficile da affrontare, con giocatori molto rapidi soprattutto in fase offensiva. Alcuni di loro li ritroveremo domani sera, ma anche la Turchia, come noi, è cambiata. Resta una squadra molto tecnica, molto veloce, con un centrocampo dinamico e che non dà mai punti di riferimento, con giocatori in grado di saltare l’uomo, dovremo essere bravi nei raddoppi, bravi a non concedere spazi”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 giorno fa

Serie A Femminile, i settori giovanili come plusvalore

La transizione della Serie A Calcio Femminile dallo status dilettantistico a quello professionistico, che si concretizzerà al termine della prossima...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni3 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film