Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Ro. Be.) Torino-Juve Stabia di sabato sarà anche la gara in memoria di Romeo Menti. Il giocatore italiano scomparso nella tragedia del Grande Torino, 4 maggio 1949, aveva indossato anche la maglia dello Stabia nella stagione 1944-45 dove vinse il campionato campano superando Napoli e Salernitana.

Nel Vicenza, il cui stadio porta oggi il suo nome, veniva chiamato Menti III poiché lì avevano già giocato i fratelli maggiori Mario (Menti I) e Umberto (Menti II), poi finito nella Juventus. In Nazionale 5 gol in 7 presenze.

Come ricorda il sito web del club campano, Romeo Menti esordì nel Vicenza a 16 anni compiuti da tre giorni nella partita d’inaugurazione del nuovo stadio, l’8 settembre 1935. Quello stesso stadio (tuttora campo da gioco del Vicenza) gli fu dedicato pochi anni dopo, in seguito alla tragedia di Superga. In biancorosso, dopo due anni di Serie C, il diciottenne Menti guidò con i suoi 21 gol la squadra berica a sfiorare la conquista della Serie B nel campionato 1937-1938, al termine del quale fu ceduto alla Fiorentina.

Dopo tre anni a Firenze, dove rimase a risiedere la famiglia, giunse al Torino nel 1941. Nella stagione 1944–1945 Menti giocò nello Stabia vincendo il campionato campano, pareggiando la partita col Napoli per 3 a 3. Nel 1945-1946 tornò alla Fiorentina per disputarvi un campionato. Poi di nuovo in granata, dove concluse la carriera.

Fu lui a segnare l’ultimo gol del Grande Torino contro il Benfica, su calcio di rigore, il 3 maggio 1949.

Ro. Be. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film