Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Ro. Be.) Al termine della 12a giornata del campionato di Bwin il Torino  riprende il cammino interrotto dalla sconfitta di Gubbio e scava una trincea di quattro punti rispetto alla seconda, il Pescara di Zeman che non la smette di correre. In terza posizione si attesta il Sassuolo, mentre la Reggina diventa quarta approfittando del passo falso del Padova. I granata ringraziano il portiere Kovacsik, che para due rigori evitando prima il vantaggio bresciano e poi una possibile rimonta. In grande evidenza i giovani. Dopo la doppietta dell’ispiratissimo Insigne nell’anticipo al San Nicola di Bari arrivano anche le reti di Carini e dei due nazionali di B Italia Viola e Ragusa (salito a quota sei), cui si aggiunge quella di Boakye. Sono stati segnati 30 gol, una media di quasi tre a partita. In coda il Vicenza si aggiudica il delicato scontro diretto con l’Albinoleffe e raggiunge al quartultimo posto l’Empoli, sconfitto di misura all’Olimpico di Torino.

Il Torino capolista rimonta il vantaggio dell’Empoli con Lazzari, pareggia con Ebagua e agguanta la vittoria con la rete di Darmian. Ottimo Antenucci che ha cambiato il volto della partita creando continui scompensi sul versante sinistro della difesa empolese dove lo ha piazzato Ventura, cbravo ad azzeccare il cambio all’inizio della ripresa.

Il Grosseto non riesce a vincere in trasferta (il successo fuori casa manca ai maremmani dallo scorso gennaio). A punire la suadra del presidente Camilli è stavolta il Sassuolo, sempre più terzo grazie al quarto centro del 18enne attaccante ghanese Boakye arivato al 14′ del primo tempo. Nel secondo tempo il Sassuolo sfiora il raddoppio con Masucci alla conclusione della gara.

Il Brescia e ufficialmente in crisi. Non vince in casa dall’ultima di settembre. Stavolta è stato bravissimo Kovacsik. Il portiere ungherese della Reggina para due rigori, ma soprattutti mantiene lo zero a zero fino a quando Ceravolo non sblocca il risultato per i granata. Il giocatore segna dal dischetto dopo un’incursione di Ragusa. Il nazionale B Viola raddoppia in contropiede. Il Brescia all’80 potrebbe riaprire la partita, ma Budel si fa parare il rigore da Kovacsik. E’ infine Ragusa a a chiudere definitivamente il match. Si tratta dela quarta sconfitta consecutiva per il Brescia.

Arriva invece al terzo successo consecutivo il Crotone che blocca allo Scida il Padova lanciato all’inseguimento del Torino. Applausi per l’ex Cutolo. Primo tempo noioso fino a quando il brasiliano Calil porta in vantaggio i calabresi. Prima di andare al riposo arriva il raddoppio di Florenzi. Cacia accorcia le distanze con una tiro al volo al 7′ del secondo tempo (per lui 62° rete in B). Inutile l’assalto finale del Padova, per il quale la trasferta a Crotone rimane un tabù. Per i biancoscudati di Dal Canto si tratta della terza sconfitta consecutiva in trasferta.

Brutta battuta d’arresto anche per la Sampdoria con la Nocerina nella partita più prolifica della giornata (nella foto, una fase della gara giocata al San Francesco di Nocera). Finisce 4-2 per i “molossi” di Auteri (QUI i particolari). Per Atzori è buio pesto. Il rientro a Genova non è dei più simpatici (QUI i particolari).

Il Vicenza ribalta il risultato con l’AlbinoLeffe, nonostante un tempo abbondante giocato in dieci, Grazie a questi tre punti aggancia i bergamaschi in classifica. Passa in vantaggio per primo l’Albinoleffe con Laner. L’ex Juve Paolucci pareggia e il solito Abbruscato (sesto gol per lui) segna il gol del vantaggio per i biancorossi.

Il Varese riscatta la sconfitta a Reggio Calabria, la prima della gestione Maran. Va in vantaggio con uno spettacolare gol di Carrozza. Il pareggio arriva grazie a un altro splendido gol, il primo in stagione di Cazzola. Infine è Cellini a segnare il gol della vittoria biancorossa. Ottima la Juve Stabia di Braglia che incappa in un Varese molto brillant in Carrozza e in Bressan (bravo a evitare gol già fatti).

Ha assaporato la vittoria fino alla fine il giovanissimo Livorno, in campo con una squadra di un’età media da 23 anniI labronici tengono in pugno la partita nel primo tempo e segnano quasi subito con Bigazzi. Poi paga l’espulsione di Lamburghi e sono raggiunti al 95′ dal Gubbio di Gigi Simoni (confermato in panchina fino al termine della stagione) con Ciofani. Per lui è il secondo gol consecutivo dopo quello segnato al Toro e il sesto stagionale.

Il derby veneto va all’Hellas Verona che espugna il Tombolato di Cittadella. Nonostante una partita in dieci per l’espulsione di Abbate, espulso dopo aver causato il rigore segnato da Bellazzini, pareggia subito dopo con Ferrari (terzo gol stagionale) che mette in condizione anche Halferdosson di segnare. Secondo tempo del Cittadella, che però non riesce a perforare la porta difesa da Rafael.

Ro. Be. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film