Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lu. Cian.) Per i club italiani delle due Leghe maggiori, a prescindere da chi se ne vuole dotare e chi no (QUI i particolari), è davvero un vantaggio avere uno stadio di proprietà?

Se lo domanda, sull’onda dei tanti elogi che stanno accompagnando la costruzione dello Juventus Stadium (nella foto), una inchiesta dal titolo “Quasi quasi mi faccio uno stadio”. Compare sul settimanale L’Espresso numero 44 del 3 novembre 2011. Porta la firma di Gianfrancesco Turano.

La risposta è che potrebbe trattarsi piuttosto di un dogma. E che, sotto il dogma, non ci sarebbe niente o quasi. Secondo il report, i 35 milioni di euro di beneficio dallo stadio nuovo per i conti della Juventus sono di certo una bella somma ma non riparerebbero i 95 milioni di rosso dell’ultimo esercizio.

Né gli stadi di proprietà stanno salvando i club inglesi da una frana di perdite e debiti. Gli spagnoli sperperano nei bilanci, vincono in campo e non hanno gli stadi di proprietà. I tedeschi fanno meglio i conti perché hanno una gestione più sana, comprano a cifre basse e pagano stipendi inferiori. Non perché hanno gli stadi di proprietà.

Tra l’altro, secondo l’articolista, in Italia gli stadi non li paga praticamente nessuno. Le eccezioni sono Milan e Inter, che versano al Comune 8 milioni di euro di affitto annuale complessivo. Idem dicasi per Lazio e Roma che danno 4 milioni al Coni (anche se Gianni Petrucci ha dovuto minacciare decreti ingiuntivi a un recalcitrante Claudio Lotito).

Gli altri verserebbero canoni nell’ordine di poche decine di migliaia di euro all’anno. Quando li versano. Per fare un esempio il presidente Massimo Cellino del Cagliari ha un fitto di 50 mila euro all’anno, non paga da mesi e rischia di lasciare un bell’arretrato quando se ne andrà dal Sant’Elia nel 2013. Il sindaco Massimo Zedda non ha ancora avviato azioni di recupero.

Calcio italiano, tra miseria e nobiltà

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni7 giorni fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

Quando nella stagione 2020-21 Sofia Cantore fu trasferita alla Florentia San Gimignano, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni...

Editoriali2 settimane fa

Superlega Serie A femminile: un occhio di riguardo per i vivai

Per certificare il ruolo cruciale dei settori giovanili nella prossima Superlega professionistica della A femminile, è necessario tenere bene a...

Opinioni2 settimane fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Editoriali2 settimane fa

Serie A e Serie B femminili: mancano pochi giorni alle iscrizioni

Il termine di scadenza per le iscrizioni ai campionati di Serie A e Serie B femminile incombe. Entro le ore...

Opinioni3 settimane fa

Calcio femminile, non solo Superlega: e la copertura mediatica?

La Serie A Femminile – con il passaggio al professionismo – deve stabilire la sua mission, che passa attraverso un...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi