Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) Si tende spesso a considerare il calcio lo specchio della nostra società. Mai come in tempi così dificili, questo tipo di associazione calza a pennello.

La crisi che sta attraversando il nostro paese, trascinato alla deriva da un’Europa assai debole sotto il punto di vista politico, si ripercuote su un calcio già ai minimi storici. Nelle categorie inferiori, annaspa paurosamente ormai da anni.

A reggere il fatidico colpo sono rimaste ormai poche società sostentate, o meglio mantenute, dai sacrifici dei loro presidenti. La cosa che più preoccupa è la forza con cui la crisi morde il calcio, finendo per interessare società di Serie B ma anche della massima serie. Se anche in Serie A dove i club godono di floridi diritti televisivi troviamo società in difficoltà, figuriamoci in cadetteria o in Lega Pro dove i soldi delle telecamere non girano affatto o troppo poco.

Chi, come me, segue da anni le storie della terza serie, si è ormai abituato a vedere ogni anno sparire società che affondano sotto il peso dei loro problemi economici. Fino a qualche anno addietro il fenomeno interessava le squadre cosiddette di provincia. Oggi si deve fare i conti con una piaga che sta lentamente interessando anche società blasonate e con una lunga storia alle spalle. La crisi attanaglia società di Serie A, come ad esempio è accaduto a Bologna.Per non parlare della Serie B: all’Ascoli in perenne difficoltà si sono aggiunte altre compagini, ultima delle quali il Bari.

Fare un elenco delle squadre sotto schiaffo in Lega Pro sarebbe, oggi, quasi impossibile.  Meglio, ne scaturirebbe un elenco tanto lungo quanto angosciante. Pensiamo alla scomparsa di piazze calcisticamente importanti come Salerno e Lucca, incapaci di presentarsi ai nastri di partenza in questa stagione.

La cosa che preoccupa di più è che al termine della stagione crescerà a dismisura il numero dei club che dovranno, giocoforza, dare forfait. I sintomi di questa lenta agonia si stanno già vedendo in un campionato che è appena partito, ma che già fa intravedere problemi importanti.

Sono molte, infatti, le società che, già oggi, dichiarano di avere difficoltà ad andare avanti. L’ultima in ordine di tempo è stato il glorioso Taranto. Il club pugliese, attraverso le parole del suo presidente D’Addario, ha confessato che si sono problemi ad andare avanti.

Questo è il calcio moderno, fatto di punti presi sul campo e di punti tolti a tavolino dalla Covisoc per pagamenti arretrati o non effettuati. Classifiche falsate già prima del loro avvio, stravolte fino all’ultima giornata, con nel mezzo tanta sofferenza da parte dei presidenti. Chi si dibatte in un’angoscia perenne sono soprattutto i tifosi che sperano sempre in quel miracolo che qualche volta si avvera, ma ormai troppo spesso non ce la fa ad arrivare.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni17 ore fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

👉🏾 Questo articolo era stato pubblicato da Calciopress nel luglio 2022, a futura memoria. Lo riproponiamo, perchè Sofia Cantore ha...

Opinioni3 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali1 mese fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi