Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) Più che dal campo, i pericoli veri, la Roma, rischia di averli in società. A lanciare l’allarme è stato Roberto Renga, giornalista editorialista del Messaggero, dove ha descritto il momento societario giallorosso, non privo di incognite. Stipendi arretrati e un buco di trenta milioni tra Banca e il sodalizio americano, capitanato da DiBenedetto. Intervento telefonicamente a Radio Radio, il giornalista ha così esposto la questione, che sta tenendo col fiato sospeso i tifosi della “Lupa”.

I veri problemi della Roma sono in società. Il matrimonio tra la Banca e gli americani non funziona. In questo momento le casse sono vuote. La banca ha messo i soldi, ma gli americani ancora no. Io so che stanno aspettando 28/30 milioni entro dicembre. Per esempio, per la prima volta in questa nuova gestione, sono stati ritardati gli stipendi. Non è grave perché i giocatori non ne sentono il peso, però è un segnale”.

Perché non c’è una lira? Perché gli americani non li hanno ancora messi? “Mi risulta che ci siano dei litigi interni alla cordata americana. Baldini non ha ancora firmato il contratto. Passa sotto silenzio ma è un dato. Mentre Sabatini ha firmato per un lordo di poco più di un milione, e quindi 600 mila netti e non le cifre che leggo sui giornali. Quando sento che Capello sta a Mosca per parlare con Kerimov, e penso che il russo era quello che voleva la Roma ai tempi di Baldini/Capello, allora mi pongo un interrogativo. Sono profondamente deluso dagli americani, almeno fino ad oggi. Un giorno le diremo tutte le cose che non vanno. Il problema della Roma in campo, per me, è sempre successivo a quello che succede fuori…

Dopo quanto esposto da Renga, c’è quindi da capire, come la Roma, intenderà risolvere questa discrepanza. Alcuni moniti ci sono stati nei giorni passati, con Unicredit, pronta a cedere un 20% delle quote ad un fondo cinese, che si sarebbe dichiarato interessato al pacchetto. Una questione da risolvere quanto prima, per non vedere sfumato quel progetto sportivo, portato avanti con tanta passione da Luis Enrique e giocatori.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni17 ore fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

👉🏾 Questo articolo era stato pubblicato da Calciopress nel luglio 2022, a futura memoria. Lo riproponiamo, perchè Sofia Cantore ha...

Opinioni3 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali1 mese fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi