Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb)  Antonio Conte (nella foto) commenta su Raidue, ai microfoni di ‘Stadio Sprint’, la vittoria per 2-0 sul Cesena (reti di Marchisio e Vidal su rigore) che vale per la Juve la testa della classifica.

Spiega il tecnico bianconero: “Questo risultato è una prova di maturità. Quando provi in tutti i modi di fare gol rischi di innervosirti e di farti prendere dall’ansia”.

Un gruppo in crescita, sottolinea Conte: “L’ho detto alla fine del rimo tempi ai giocatori di non farsi prendere dal nervosismo e allargare il gioco. Ho visto le statistiche: 70% possesso palla e 21 tiri nostri, siamo stati bravi a tenerli bassi. Questa è la prova da squadra che sta crescendo giorno dopo giorno”.

E’ stata la prima volta senza Pirlo in campo, un’assenza pesante: Sappiamo dell’importanza di Andrea. Ma è importante come Del Piero e Buffon, che sono i giocatori più rappresentativi. Per me sono un po’ come le mie ‘stampellè nei momenti particolari”.

La sua Juve ha una fame infinita di risultati: Io sono allenatore della fame, del lavoro e della determinazione. Da giocatore non avrei potuto giocare tanti anni alla Juve e ritagliarmi un mio spazio. Cerco di trasmettere i miei valori alla squadra. Io ho una fame infinita”.

Ora tutta l’attenzione si concentra su Roma-Juventus: “Ma giovedì prima c’è il Bologna in Coppa Italia, non ci sono tante cose da giocarci quest’anno, vogliamo passare il turno in coppa. La Roma? È un’ottima squadra e ha un grande allenatore, mi piace come gioca“.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film