Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) L’ultima giornata della fase a gironi di Champions League termina con un verdetto a sorpresa, che sta suscitando grandi discussioni in giro per l’Europa.

Il Lione vince 7-1 a Zagabria sul campo della Dinamo (nella foto, lo stadio). La contemporanea vittoria per 3-0 del Real Madrid ad Amsterdam con l’Ajax qualifica miracolosamente agli ottavi della Coppa i francesi, a danno degli olandesi.

Crescono i sospetti sul risultato della gara, accresciuti dalle due reti annullate in quattro minuti all’Ajax dall’arbitro portoghese (proprio quando agli olandesi ne sarebbe bastato uno per passare il turno).

Sta facendo il giro del web, diffusa su Twitter e ripresa da siti di tutto il mondo, la foto del difensore della Dinamo Vida (nazionale croato) che dopo l’1-5 prende in mano il pallone e strizza l’occhiolino a Gomis del Lione (autore di quattro reti). A quel punto ai francesi mancava solo un gol per la qualificazione. Poco dopo ne sarebbero arrivati altri due.

L’allenatore dell’Ajax, Frank de Boer, definisce “sorprendente” il risultato che ha comportato l’eliminazione dei suoi dalla Champions a favore dei francesi. “Non voglio parlare troppo del risultato del Lione, posso solo dire che èsorprendente. Ma se ci sono cose strane bisognerà provarlo. Per questa ragione preferisco concentrarmi sulla prossima partita”, ha detto De Boer. Che ha aggiunto: “Abbiamo regalato i primi due gol al Real. Poi l’arbitro ci ha negato due gol validi”.

Scatenata la stampa spagnola. As titola sulla ‘strana goleada’ del Lione. Mundo Deportivo parla di ‘sospetti’ e punta l’indice contro il direttore di gara lusitano Manuel de Sousa. Sport parla di uno ‘scandalo’.

Intanto l’Authority francese dei giochi online ha annunciato stamane che sono in corso ‘verifiche’ sull’incredibile 1-7 registrato sul campo della Dinamo Zagabria. Un risultato che estromette l’Ajax, che partiva con una differenza reti di +6 rispetto ai franesi prima dell’ultimo turno.

A sua volta la Uefa precisa che non ci sarà un’inchiesta. Lo ha precisato in un comunicato la Uefa stessa, precisando che non sono stati individuati flussi anomali di giocate. Il sistema automatico di rilevazione dei flussi di giocate “non ha registrato movimenti irregolari” sulle partite di ieri.

Non la pensa in questo modo l’Ajax, che intende chiedere invece alla Uefa l’apertura di un’inchiesta sulla regolarità della gara, sostenendo che “‘potrebbe emergere un caso di corruzione”. I lancieri non ci stanno. Vogliono “che la Uefa reagisca”. Pretendono “che sia fatta chiarezza”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film