Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Il presidente del Coni Gianni Petrucci, nel corso di una lunga intervista a Sky Sport24, ha affrontato il tema dei rapporti  con il mondo del calcio e in particolare con la Lega di serie A (QUI i particolari).

Petrucci ha rivendicato innanzitutto il suo diritto-dovere a intervenire su questi argomenti: “Io ho il diritto-dovere di intervenire come e quando voglio non per arroganza ma per legge. Il mio dovere è di vigilare sulla federazione e la federazione deve farlo sulla lega. Le polemiche che fanno su di me mi lasciano sereno. Comunque non è possibile che i lodi arbitrali che fanno parte del contratto collettivo non siano stati ancora firmati. Non basta prendere atto, bisogna anche rispondere”.

Il numero uno dello sport italiano ha poi sollecitato l’apertura di una stagione di riforme in grado di cambiare il sistema calcio “Da quanti anni si dice che ci sono troppe società in serie A e nel calcio professionistico in generale? Per me non ci vuole tanto. Una riforma non si può fare da un anno all’altro, ma programmarla sì. Se non ci si riunisce e non si fanno dei progetti, il calcio non va avanti e noi non siamo contenti.Iil calcio ci ha dato tanto, è in tutto lo sport italiano la disciplina che ha vinto più campionati del mondo. Certamente però quella delle scommesse non è una bella pagina dello sport italiano”.

Petrucci ha sottolineato infine il rispetto dovuto alle istituzioni e quindi anche al Coni “Nel calcio di oggi mancano il rapporto umano ed il rispetto delle istituzioni. Oggi quando si viene colpiti si dice ‘ce l’hanno con me’. Ma quando uno viene condannato, le leggi bisogno rispettarle. Abete è uno leale e composto, che fa rispettare le regole senza sbraitare. Sono contro il calcio quelli che pensano che insultando le istituzioni le difendono”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film