Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Marotta e Paratici hanno preso un impegno preciso con Antonio Conte. La rosa bianconera ha bisogno di rinforzi per mantenere le aspettative di scudetto dei tifosi della Juventus (QUI i particolari).

Dovranno arrivare almeno tre elementi. Un difensore, un centrocampista e un attaccante (QUI i particolari).

Per Caceres nel reparto arretrato e per Borriello in quello avanzato, la trattativa dovrebbe essere ormai vicina alla conclusione. Si tratterebbe solo di definire gli ultimi dettagli con il Siviglia e con la Roma, per vedere i due giocatori in campo allo Juventus Stadium (nella foto).

Più difficile il percorso per trovare chi, in mezzo al campo, possa rappresentare una valida alternativa per Marchisio, Pirlo e Vidal senza abbassare il tasso tecnico del reparto.valore del reparto. La Juventus, per questa ragione, cerca un elemento esperto e di qualità. Pazienza, arrivato a parametro zero dal Napoli nel mercato estivo, non ha convinto appieno Conte e si è visto molto poco.

Le piste da battere, viste le premesse, non sono molte. In cima alla lista ci sarebbero Montolivo e De Rossi, entrambi in scadenza a giugno con Fiorentina e Roma. A parte il fatto che i due sarebbero titolari in pectore e non semplici alternative,  si tratterebbe comunque di operazioni molto onerose da un punto di vista economico (specie per quanto riguarda il “top player” giallorosso). Si era parlato anche di Guarin e Kuzmanovic che non godono però della massima fiducia di Conte. Erano usciti fuori anche altri nomi (Greco, Gonalons e Nainggolan) che non sembrano aver avuto seguito.

Chi al momento sembra in pole position pare dunque il 30enne capitano della Sampdoria  Angelo Palombo. L’agente del centrocampista, Tullio Tinti (lo stesso di Pirlo e Matri) oggi ha eslcuso l’ipotesi Roma, ma resta in piedi quella rappresentata dalla Fiorentina.

Al club blucerchiato non è giunta finora nessuna offerta ufficiale dalla Juve. Il fatto è che la vecchia Signora deve prima sfoltire la rosa. Solo dopo essersi liberato di molta zavorra che appesantisce l’organico (Amauri, Iaquinta, Motta e Toni) Marotta andrà all’attacco del giocatore, di cui ha già il totale assenso.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 giorni fa

Serie A Femminile, i settori giovanili come plusvalore

La transizione della Serie A Calcio Femminile dallo status dilettantistico a quello professionistico, che si concretizzerà al termine della prossima...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni3 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film