Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress-Stefano Cordeschi) La neve caduta in questi giorni sulla penisola italiana, ha messo a nudo tutta la pochezza degli stadi italiani. Impianti vetusti, fatiscenti e vergognosi così come chi gestisce una Lega giunta ormai alla frutta.

Un presidente dimissionario, che però ancora traccheggia nel lasciare la poltrona e che sta portando il calcio italiano ai suoi minimi storici. Tra scommesse e infrastrutture degno di un paese del terzo mondo, il movimento pallonaro nostrano sta andando lentamente verso una deriva annunciata.

E con una situazione politico-economica che ne riflette la situazione, non poteva essere altrimenti. Il calcio riflette, né più né meno, la situazione di un paese allo sbando, dove a pagare sono i soliti noti. Nel calcio a pagare sono sempre i tifosi, ovvero i “clienti-utenti” di un prodotto scadente e improponibile.

Come nelle migliori commedie all’italiana, lo scaricabarile è iniziato. La colpa non è mai di nessuno e sempre di tutti. Il modo migliore per chi amministra il gioco del calcio è quello di imitare Ponzio Pilato, mandando al patibolo un calcio che ormai non incanta più nessuno. Poi c’è chi dà i numeri (discutibili) come quelli esposti dal presidente della Lega di Serie B che parla di spettatori in aumento nella serie cadetta, (nella giornata di ieri ha contabilizzato in qualche caso la bellezza di 150 spettatori paganti).

Questo è il calcio che ci viene proposto oggi da manager che stanno portando la quinta industria italiana verso il collasso. E quando se ne accorgeranno (ma lo sanno già) anche le televisioni, la frittata sarà completa.

E’ solo questione di tempo.Il calcio, in Italia, rischia seriamente di lasciare il posto ad altre attrazioni ben più seguite e soprattutto amministrate in modi assai migliori.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale2 settimane fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali3 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale4 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato4 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi