Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Ieri sera, nel gelo del Meazza, la Juventus ha messo una seria ipoteca sulla finale di Tim Cup. I bianconeri hanno battuto 2-1 il Milan nella semifinale d’andata della Coppa Italia.

La gara si decide nella ripresa grazie alla doppietta del nuovo arrivato Caceres (53′ e 83′), intervallata dal temporaneo pari di El Shaarawy (62′). Al 68′ è stato annullato un gol di Ibrahimovic (per fallo di mano). Finale con le scintille. Lo stesso svedese, a fine gara, si è reso protagonista di qualche scintilla con Storari. Chiellini ha avuto un battibecco con Tassotti.

Intanto la Juve prosegue la sua marcia inarrestabile. Ancora imbattuta,la Vecchia Signoraè la capolista del campionato e potrebbe giocarsi la finale di Tim Cup con la vincente dell’altra semifinale Siena-Napoli.

Antonio Conte, nonostante il suo realismo, fa trapelare la sua grande soddisfazione per l’andamento della stagione juventina sia ai microfoni di Rai Sport che a a quelli di Sky: “Penso che questa gara sia il simbolo di quel che stiamo facendo. C’è dietro tanto lavoro e non dimentichiamo che abbiamo fatto ampio turnover e questo non è possibile senza lavoro e disponibilità. Questi ragazzi stanno facendo cose eccezionali sotto tutti i punti di vista”.

Entusiasmo, ma anche un’organizzazione di gioco che funziona come un orologio svizzero: “Abbiamo anche l’organizzazione di gioco e la voglia di sognare dei ragazzi, per inseguire un sogno tutti sanno che la strada si chiama lavoro, lavoro e ancora lavoro. Non finirò mai di ringraziarli per la disponibilità che ci mettono dal primo giorno”.

Conte, un sergente di ferro dal cuore tenero: “Dal primo giorno i ragazzi, pur sapendo che io non sono tenero, mi han dato grandissima disponibilità e spero che si continui così con voglia di sognare. Questa Coppa Italia è una manifestazione in cui teniamo a far bene. La Juve ha tanta fame dato che non siede al banchetto che conta da anni. Ora pensiamo alle prossime gare in campionato”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi