Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Il presidente della Uefa, Michel Platini, in occasione di una lunga intervista rilasciata il 15/11/2011  alla Gazzetta dello Sport, fu molto chiaro: “Un mondo in crisi, in cui tutti stringono la cinghia: com’è possibile che le squadre abbiano deficit così alti? Non dobbiamo spendere più soldi di quelli che incassiamo: semplice, no? Il calcio europeo perde 1,4 miliardi all’anno. 1,4! A un certo punto c’è stato un coglione, io, che ha detto: è ora di smetterla”.

Non tutti i club sono d’accordo. Qualche tifoso si lamenta perché la sua squadra non comprerà più campioni. “Gli italiani sono stati i primi a dire: facciamo qualcosa. Ho parlato con Galliani, con Moratti, anche con il vostro primo ministro… fino a ieri. Una volta che erano tutti d’accordo, dai club ai politici, si doveva fare: è toccato a me”.

Platini sa che non sarà un compito facile: ”Lo so, ma vogliamo dire basta a quello che succede nella finanza del calcio. Non vogliamo distruggere nessun club. Sappiamo che gli incassi sono diversi perché le leggi nazionali sono diverse – c’è chi può vendere alcolici allo stadio, chi no, tutte cose del genere – ma l’Uefa può intervenire sulle spese. Altrimenti tanti club spariranno. Falliranno. Le banche non possono continuare a prestare soldi a milionari quando la gente muore di fame. Dobbiamo essere un esempio. Il fair play ha un valore etico”.

La strada potrebbe complicarsi. Come nel caso Sion i club potrebbero decidere di andare in tribunale contro una sanzione del fair play: “Sono sempre stato un attaccante ma oggi devo giocare in difesa… mah, sarà contento Trapattoni. Dobbiamo essere protetti: se un giorno escludiamo una società dalla Champions perché non rispetta il fair play finanziario, e questa va in tribunale, è un bel guaio. Ne stiamo discutendo con la Commissione Ue. Non possiamo uccidere l’Uefa, o la Fifa, con una richiesta danni”.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi