Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.)  In Lega si parla solo dei diritti televisivi, la vera ancora di salvezza del tutto il sistema calcio professionistico italiano, senza capire che alla lunga potrebbero rivelarsi un boomerang per il sistema (”Calcio e diritti tv, modello italiano vs modello inglese”).

Nel centro del mirino restano i bacini di utenza che avevano portato, nella primavera scorsa, alla scissione tra le cinque cosiddette grandi (Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma) e le quindici medio-piccole (nella foto, lo stadio San Paolo).

I famosi “criteri di ripartizione” e l’individuazione di “auditor per indagini demoscopiche” sono ancora di là da venire, nonostante la stagione 2011-12 stia per giungere a compimento. Nessuna decisione è stata ancora presa in merito.
Non aiuta certo a sciogliere i nodi la scarsa autorevolezza del presidente Maurizio Beretta, da tempo dimissionario e ora finito nel mirino di un gruppo di club riottosi ad accettare oltre la vacanza della carica (“Lega serie A, per 8 club Beretta al capolinea”).

L’idea prevalente sarebbe quella di superare le difficoltà ancora in atto su questo delicato tema cercando di a sottoscrivere un accordo sulla revisione delle percentuali stabilite dalla Legge Melandri (“Calcio e diritti tv, istruzioni per l’uso”). Resta da capire cosa ne pensano le medio-piccole, che potrebbero uscirne gravemente penalizzate sotto il profilo finanziario.

La strada da battere sembra comunque essere quella di incrementare la quota distribuita in base ai risultati sul campo a scapito di quella relativa al bacino d’utenza. Riusciranno i nostri eroi a venirne fuori? Un bel rebus da risolvere, visto che la legge in vigore va in tutt’altra direzione.

Fair Play Finanziario e diversificazione dei ricavi

Lui. Bel. –  
www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film