Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Il Milan rischia grosso all’Emirates Stadium di Londra (nella foto). Dopo il 4-0 dell’andata, sfiora la clamorosa eliminazione dalla Champions. La rimonta dell’Arsenal si ferma a un passo dal miracolo.

I Gunners battono 3-0 i rossoneri, che dovrebbero fare un monumento ad Abbiati, autore di magistrali interventi (mirabili le parate nella ripresa, in rapida successione, su Gervinho e Van Persie). Il Milan passa ai quarti di finale dopo cinque anni dall’ultima volta. Salta anche il tabù che, da tre anni a questa parte, lo vedeva eliminato in Europa da una squadra inglese.

“E’ stata una sofferenza vera”. Barbara Berlusconi, presente allo stadio con uno dei suoi figli, è laconica e tesa mentre lascia lo stadio chiaramente insoddisfatta.

Allegri, ai  microfoni di Sky, cerca di minimizzare: “I ragazzi mi hanno visto sovrappeso e volevano farmi dimagrire”. Poi spiega: “Spesso si fanno tropo facili le cose, ma vanno analizzate. Abbiamo giocato con tre punte e in fase difensiva potevamo soffrire, abbiamo preso subito gol su calcio d’angolo, poi abbiamo fatto un ottimo secondo tempo, avendo molte occasioni e solo in una situazione abbiamo rischiato di prendere il 4-0. Dispiace per la sconfitta, ma per fortuna siamo tra le prime otto, l’obiettivo è raggiunto”.

Il tecnico non crede alla tesi dell’approccio mentale sbagliato: “Non eravamo impauriti, venivamo da un risultato importante come quello dell’andata, ma avevamo diversi giocatori che a livello internazionale avevano poca esperienza”.

La svolta è arrivata durante l’intervallo: “Ai ragazzi ho detto che dovevano dimenticare quello che era successo nel primo tempo, così abbiamo giocato di più la palla in avanti, ma abbiamo sbagliato tantissimi ultimi passaggi, e così siamo stati in equilibrio fino alla fine. Non sono preoccupato, ero cosciente che potevamo avere delle difficoltà, abbiamo giocato come a Torino contro la Juve quando non saltavamo mai l’uomo e giocavamo palla con i difensori. Ma come quella di Palermo era una partita fondamentale per il campionato, quella di stasera era fondamentale per la stagione. Non passare il turno sarebbe stato un brutto colpo”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

 


Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi