Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Il presidente della Lega Pro Mario Macalli – reduce dal Consiglio federale di ieri in cui ha ribadito l’assoluto dissenso ai ripescaggi in Prima e Seconda Divisione (QUI i particolari) – in una intervista rilasciata a Valeria Debbia di Tuttolegapro.com ha sottolineato con amarezza l’esperienza maturata nella trasferta oltre Manica al seguito della Rappresentativa di Lega Pro: “Veniamo da un’esperienza in Inghilterra conla nostra Rappresentativa in una cittadina con 20mila abitanti e una società di quinta categoria (la nostra Serie D, ndr) che aveva uno stadio da 6mila posti a sedere e con sale da ricevimento che non si vedono neppure a San Siro. Noi invece siamo il terzo mondo. Dobbiamo fare uno sforzo, perché anche le nostre strutture siano adeguate ad un campionato professionistico che va rilanciato”.

A questo proposito riproponiamo un articolo pubblicato da Calciopress il 28/10/2011 relativo ai grandi numeri della Footbal League 1, omologa della nostra Prima Divisione di Lega Pro.

 L’equivalente della Prima Divisione di Lega Pro è la Football League 1 (FL1). La terza serie nazionale inglese comprende 24 squadre, come pure la Championship (la nostra Serie Bwin) e la FL2 (la Seconda Divisione italiana).

A differenza della Prima Divisione italiana, categoria abbastanza misconosciuta a livello mediatico e con un seguito di pubblico modesto, la FL1 può contare su una grande platea di tifosi.

Gli stadi sono sempre molto affollati. In questo senso i numeri parlano chiaro, assai più di tante parole. Ne sono una conferma i dati già riportati per la Championship (QUI i particolari).

La media spettatori per gara nella stagione 2011/12 – tratta dal sito web ufficiale della Footbal League che raccoglie Championship, FL1 e FL2 (mentre la Premier Leagueafferisce alla Football Association) – risulta infatti pari a 6.882 spettatori (un dato numerico superiore a quello della nostra Bwin).

I club che occupano le prime cinque piazze in questa speciale classifica mostrano afflussi medi di pubblico per gara impensabili alle nostre latitudini:

1. SheffieldUnited 18.821
2. Sheffield Wednesday 18.734
3. Charlton 16.264
4. Huddersfiel: 12.977
5. Preston 12.072

La partita più vista in assoluto è stata fin qui Sheffield United-Sheffield Wednesday del 16/10/2011, alla quale hanno assistito 28.136 spettatori (nella foto il Bramall Lane, stadio nel quale gioca lo Sheffield United).

Per capire meglio una categoria anni luce avanti rispetto alla nostra, ci sembra significativo verificare anche le ultime cinque posizioni di questa speciale classifica:

20. Colchester3.763
21. Yeovil Town 3.626
22. Bury 3.543
23. Stevenage 3.521
24. Rochdale 2.826

La partita meno vista in assoluto è stata Rochdale-Colchester del 15/10/2011 con 2.226 spettatori.

Sono 5 i club che vantano una media compresa tra 19.000 e 12.000 spettatori. In 6 possono contare su un pubblico compreso tra 8.000 e 5.000 spettatori. Le squadre con un pubblico di 4.000 unità sono 7, mentre 5 contabilizzano 3.000 spettatori di media Solo un club (Rochdale) ha una media/gara inferiore a 3.000 spettatori.

Su questi dati numerici si dovrebbe ragionare e riflettere, quando si discute di riforma dei campionati in Italia. Il modello organizzativo inglese continua a essere a nostro parere largamente vincente rispetto a quello italiano, peraltro non ancora pervenuto.

Nel frattempo la Prima Divisione guidata dal presidente Mario Macalli va sempre più  alla deriva, le penalizzazioni si susseguono (QUI i particolari) e le società continuano a fallire”.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net


Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film