Connect with us

Pubblicato

il

Anche in materia di stadi il calcio italiano si sta avviando verso il caos che sta finendo per impantanare tutti i comparti di un sistema ormai alla frutta.

L’obsolescenza degli impianti (dalla serie A alla Lega Pro, passando perla serie B) sta creando e continuerà a creare non pochi problemi.

Il presidente del Cagliari Massimo Cellino, considerata la perdurante indisponibilità del Sant’Elia, sta pensando di far giocare alla sua squadra le ultime quattro partite di campionato al Nereo Rocco di Trieste, Anzi, conta di insistere su questa scelta anche per la prossima stagione (QUI i particolari).

Il presidente della Prima e Seconda Divisione di Lega Pro, Mario Macalli, a proposito della categoria di sua competenza parla senza mezzi di termini di stadi da terzo mondo e minaccia di far saltare molte iscrizioni al prossimo campionato per manifesta inidoneità dei requisiti strutturali (QUI e QUI i particolari).

Adesso potrebbe saltare anche il tradizionale appuntamento allo stadio Olimpico di Roma (nella foto) per la finale di Coppa Italia tra Juventus e Napoli. Stavolta a causa delle polemiche che eternamente montano nell’agitato mondo pallonaro.

Il presidente del Coni Gianni Petrucci, impegnato in Campidoglio per la presentazione di un parco tematico, sbotta: “Stiamo valutando la possibilità di non concedere lo stadio Olimpico per la finale di Coppa Italia”.

Il presidente del Napoli De Laurentiis aveva prospettato i spostarla altrove. Tra i motivi del contendere l’obbligo di avere la tessera del tifoso e i non facili rapporti tra i tifosi napoletani e quelli di Roma e Lazio.

“Non abbiamo ancora avuto – spiega – nessuna conferma dalla Lega. E in questa situazione non avendo ricevuto comunicazioni ufficiali, stiamo pensando noi di non dare l’Olimpico per la sfida tra Juventus e Napoli del 20 maggio”. ”

Tra polemiche stantie e obsolescenza degli stadi, non c’è pace per il calcio italiano. E per i suoi disillusi tifosi.

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi