Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Sa. Mig.) Il ministro dello Sport, Piero Gnudi, ha commentato i dati in arrivo dal “Report Calcio 2012” sul pessimo stato di salute del calcio italiano (“Report calcio 2012, per capire meglio il mondo del pallone”).

I numeri evidenziano in modo impietoso la parabola discendente del sistema.

In forte aumento l’indebitamento della serie A, nonostante la crescita dei diritti televisivi versati dalle pay tv nelle casse dei venti club della massima serie nazionale.

In picchiata le presenze negli stadi, come pure la percentuale di riempimento degli impianti e l’incidenza del ticketing sul valore globale dei ricavi.

Uno scenario di fronte al quale Gnudi si dichiara molto preoccupato: “Il calcio è una grande realtà, ma io faccio il ragioniere e leggo bilanci molto preoccupanti. In altri ambiti, con quei numeri si parlerebbe di club prossimi al fallimento”.

“Tante volte si è parlato di un calcio prossimo al fallimento, ma alla fine non è mai successo. Oggi però il paese è in crisi”, ammonisce Gnudi.

“Sarà difficile trovare mecenati che investano nel calcio. Club rischiano l’iscrizione ai tornei”, chiosa amaro il ministro dello Sport.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film