Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress) Calciopress ha intervistato il direttore generale della Lega Pro, Francesco Ghirelli (al centro, nella foto, durante la presentazione di CalcioExpo), per capire cosa cambierà a partire dalla prossima stagione in materia di iscrizioni ai campionati. Da quanto si evince la Prima e la Seconda Divisione guidate dal presidente Mario Macalli sembrano intenzione ad alzare molti paletti, in modo da evitare l’ecatombe di deferimenti e penalizzazioni che ha stravolto le classifiche quest’anno. Molti i provvedimenti in cantiere preannunziati da Ghirelli. Se attuati integralmente potrebbero determinare una forte contrazione del numero delle società iscritte e riscrivere il format dei campionati già dal prossimo anno. Ciò a prescindere dall’atteggiamento della Figc di Giancarlo Abete sulla approvazione della riforma. In sintesi:
– aumenterà l’importo della fideiussione;
– i controlli da trimestrali diventeranno bimestrali;
– il budget sarà controllato mensilmente;
– non saranno consentite deroghe per l’impiantistica sportiva.
Di seguito il testo integrale dell’intervista rilasciata ad Antonello Napolitano e Enrico Losito (Sergio Mutolo).

* * * * * * * * * *

Quali sono stati i contenuti principali dell’ultima riunione di Lega? “Abbiamo cominciato a discutere sui criteri d’iscrizione per il prossimo anno”.

Quali saranno le differenze regolamentari rispetto all’attuale stagione? “Tutte le norme garantiranno i controlli sul versante finanziario, ci sarà l’introduzione di un budget controllato mensilmente. Non saranno consentite le deroghe per l’impiantistica sportiva. Insomma le regole saranno sempre più rigide a tutela di chi vuole investire nel campionato di Lega Pro”.

Ci sono novità in merito all’impiantistica sportiva? “Speriamo che venga approvata la legge sugli stadi per dare maggiore qualità e sicurezza a tutti. È da vedere se le società potranno utilizzare l’impianto sportivo per provare anche a ricavare qualcosa. Questo è l’auspicio maggiore. Servono strutture accoglienti con visibilità maggiore. La strada da prendere è la stessa della Juve: creare un impianto simile a quello dei bianconeri”.

Per le iscrizioni delle squadre in Lega Pro cosa cambierà? “I controlli da trimestrali passeranno a bimestrali. Ci sarà un budget controllato mensilmente. Il pagamento dei calciatori sarà obbligatorio fino a maggio. E giugno si paghi in luglio come all’interno di una normale azienda. In più ci saranno dei regolamenti a tutela dell’equilibrio economico finanziario. Aumenterà la fideiussione con una divisione in due livelli: quella per l’iscrizione e la parte indispensabile per coprire il livello del budget”.

L’anno prossimo prevede un numero minore di iscrizioni in Lega Pro? “Ci saranno meno club a causa della crisi economica che condiziona l’Italia. Stiamo, invece, studiando una riforma per evitare che scappino i club virtuosi”.

Sul caso delle maglie “RespiriAMO Taranto” quali differenze ci sono con il messaggio presente l’anno scorso sulle divise della Juve Stabia? “Abbiamo sbagliato l’anno scorso. Non c’è differenza. Il problema non era il messaggio anche perché sono d’accordo a respirare aria pulita. La questione è la maglia: salviamola da qualsiasi messaggio. Perché la maglia è il simbolo che unisce tutti i tifosi e non bisogna segnarla con qualcosa. Questo è il punto. Noi non abbiamo gestito bene quella vicenda. Ci prendiamo le responsabilità”.

Antonello Napolitano e Enrico Losito – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film