Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Fran. Co.)  Lo scandalo delle partite truccate potrebbe terremotare il sistema? E’ probabile di si, considerato l’alto numero di deferimenti che si va profilando (“Calcioscommesse, la Procura pronta a una estate di deferimenti”). Quanti saranno i rinvii a giudizio? Cosa rischiano le società? Cosa rischiano i tesserati? Facciamo il punto della situazione.

Il sistema dei controlli. Vista la crescita esponenziale della piaga delle scommesse (“Partite truccate, il calcioscommesse è la nuova piovra”) la Uefa tiene da tempo sotto controllo i campionati europei di Prima e Seconda Divisione (in Italia serie A Tim e serie Bwin). La Lega di A, nell’assemblea ordinaria fissata per il20, ha messo per la prima volta all’ordine del giorno il tema delle frodi sportive. La Lega di B, come ha anticipato il presidente Andrea Abodi, presenterà un piano dettagliato entro la fine di aprile. La Lega Pro, la più attiva in materia con il presidente Macalli e il direttore Ghirelli da tempo in prima linea su questo fronte, si è affidata alla SportRadar per monitorare il flusso delle scommesse.

Quanti deferimenti in serie A? In serie A, quando le indagini delle Procure di Cremona e di Bari saranno arrivate a conclusione, il numero dei club coinvolti potrebbe salire addirittura a 11 secondo repubblica.it (ovviamente con responsabilità diverse): Atalanta, Bologna, Cesena, Chievo, Genoa, Lazio, Lecce, Novara, Parma, Siena e Udinese.

Quanti deferimenti in serie B? Sempre secondo la stessa fonte, il Bari sembra spacciato. Dovrebbe restare coinvolta anche la Sampdoria.

Livelli di responsabilità dei club. Stabilire il grado di responsabilità dei club, al momento, non è possibile. Esistono secondo le norme federali tre tipi di responsabilità: oggettiva, presunta e diretta (quando sono coinvolti i dirigenti). I deferimenti potrebbero riguardare l’articolo 1 (lealtà) e l’articolo 6 (illecito) delle Noif.

Le pene per i tesserati. I tesserati, se non collaborano, saranno stangati. Lo stesso Gervasoni, una delle “gole profonde”, era stato radiato dalla giustizia sportiva la scorsa estate prima ancora che fosse indagato da quella ordinaria.

Le pene per i club. L’articolo 18 del codice di giustizia sportiva recita: “La penalizzazione sul punteggio, che si appalesi inefficace nella stagione sportiva in corso, può essere fatta scontare, in tutto o in parte, nella stagione seguente”. La pena insomma deve essere afflittiva. Possibile quindi che alcuni club siano puniti quest’anno e che altri debbano iniziare la stagione 2012-2013 gravate da punti di penalizzazione. Alcune società rischiano da 3 punti in su. Se però la gara truccata ha inciso sulla salvezza, la pena richiesta potrebbe essere molto più alta (fino a 10 punti). Le pene comunque non si sommeranno. In caso di responsabilità diretta è prevista invece la retrocessione all’ultimo posto in classifica.

Il divieto di iscrizione alle Coppe Europee. La Uefa di Michel Platini vieta l’iscrizione alle Coppe europee ai club condannati per illecito sportivo.

Fran. Co. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film