Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Disfatta della Roma allo Juventus Stadium. I bianconeri di Conte strapazzano i giallorossi e calano un poker che può valere lo scudetto per la Vecchia Signora.

Sul fronte opposto Luis Enrique incassa la tredicesima sconfitta in campionato (quindicesima stagionale).

Mette in campo la solita piccola Roma formato trasferta. Capitolini travolti, umiliati e ridotti in inferiorità numerica. E’ la seconda trasferta consecutiva persa per 4-0. La quarta partita lontano dall’Olimpico che si chiude con una quaterna sul groppone dall’inizio del campionato.

Quasi fatalista Luis ai microfoni di Sky: “I primi otto minuti due tiri e due gol. Al ritmo che sta tenendo la Juventus in questa stagione era già quasi finita. Poi con il 3-0 e l’uomo in meno era finita. Niente da dire, facciamo i complimenti alla Juventus che è la capolista”.

Controverso l’episodio del presuntosputo di Lamela a Lichtsteiner. Dice Luis Enrique: “Non è bello quello che ha fatto Erik, ma non è bello neanche quello che ha fatto Lichtsteiner, il gesto del 4-0, non è bello per chi vince”.

Il diesse Sabatini interviene nella diatriba: “Lamela mi ha detto che ha simulato il gesto dello sputo. Lui dice una cosa, ma studieremo le immagini, se ha sbagliato lo puniremo perché è giovane e va educato”.

Giudicare la Roma nel suo complesso è un rebus, secondo Sabatini: “Ci vorrebbe uno psicoterapeuta. O almeno a me, così che possa intervenire. È vero, quando una gara comincia male non la riaggiustiamo, ma non è imputabile all’allenatore, semmai a noi dirigenti. Quello che abbiamo visto stasera ci dà la misura di quanto dobbiamo lavorare. E cioè molto”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film