Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) Antonio Conte e la squadra si godono lo strameritato scudetto, giunto al termine di una cavalcata prodigiosa conclusa senza sconfitte, in attesa di giocarsi la finale di Tim Cup con il Napoli. La sfida è in programma allo stadio Olimpico di Roma il 20 maggio (QUI e QUI i particolari).

Nel frattempo Marotta e Paratici lavorano alacremente sul calciomercato. C’è da mettere in piedi una squadra all’altezza della Champions e dei tanti impegni che costelleranno la prossima stagione agonistica (QUI i particolari). Bisogna dare un’aggiustata alla difesa (QUI i particolari) e portare a casa il bomber che a Conte serve come il pane (QUI i particolari).

L’obiettivo primario, al momento, resta però un altro. Vale a dire piazzare altrove i tanti giocatori in esubero che zavorrano il gruppo (QUI i particolari). Una pattuglia folta, cui afferiscono i rientri per fine prestito e quanti non saranno riscattati. E’ necessario trovare presto una via d’uscita, per non avere una rosa pletorica e appesantita da elementi inadeguati al progetto.

Marotta impugna le forbici. La lista dei giocatori da piazzare quanto prima altrove si è fatta lunga. Molti di questi non hanno mercato. Sarà un lavoro duro. La corposa pattuglia dei rientri da fine prestito comprende Iaquinta, Felipe Melo, Martinez, Motta, Pazienza e Ziegler. A questi vanno aggiunti Milos Krasic ed Eljero Elia, ormai esclusi da Conte. Stiamo parlando di almeno otto giocatori per i quali non c’è sicuramente la fila fuori della porta di Marotta e Paratici. Un manipolo che va sfoltito ben prima di avventurarsi in costose operazioni in entrata.

Si lavora su difesa e centrocampo. Per puntellare la difesa i nomi sono quelli noti. Si tratta di Astori e Bocchetti. A meno che non si decida di alzare il tiro e puntare su Kolarov e Hummels. Il primo arrivo a centrocampo dovrebbe essere il giovane Pogba, vice-Pirlo in arrivo dal Manchester United. Pogba. Prosegue la trattativa con il Pescara per Verratti. Dopo la convocazione nel “listone” di Prandelli il prezzo del suo cartellino è lievitato. In alternativa si punta su Nainggolan.

Cercasi Van Persie disperatamente. L’obiettivo della Juve è far arrivare in maglia bianconera il sospirato top player per l’attacco. Anche qui i nomi che circolano sono gli stessi. Il primo della lista resta Robin van Persie. L’attaccante si è incontrato con l’Arsenal per il rinnovo del contratto (gli sarebbero stati offerti 6,5 milioni di euro). Nel corso di un incontro a tre, cui sarebbe stato presente anche il chief executive Ivan Gazidis, l’attaccante avrebbe manifestato la sua volontà di lasciare i Gunners di Wenger alla scadenza naturale del contratto  (giugno 2013). L’olandese ha ribadito la sua volontà di vincere qualcosa di importante, cosa che allArsenal non riesce più da molti anni. Il suo cartellino costa 25-30 milioni. Resta il problema dell’ingaggio. L’offerta della Juve è sontuosa (7,5 milioni), ma quella del Manchester City di Mancini è faraonica (oltre 10 milioni). Staremo a vedere. Restano comunque aperte le piste che portano a HiguainCavani Suarez (tutt’altro che dei ripieghi rispetto all’olandese).

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film