Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Sergio Mutolo) Il Chelsea dell’italiano Di Matteo si aggiudica la Champions League all’Allianz Arena di Monaco. I padroni di casa del Bayern vengono clamorosamente sconfitti davanti ai loro tifosi.

L’Europa League era già finita nelle mani dell’Atletico Madrid. Liga, Premier e Bundesliga ormai la fanno da padroni in Europa.

Per la serie A la stagione delle Coppe si chiude come peggio non si sarebbe potuto. Un crollo del tutto in sintonia con il naufragio dell’intero sistema.

Lo svuotamento degli stadi (“Gli stadi vuoti del calcio italiano, il flop visto dalla parte dei tifosi”) è il frutto più evidente di una deriva tecnica che appare inarrestabile. A livello internazionale la perdita di appeal del nostro movimento è indubitabile e irreversibile.

L’impietosa classifica del Ranking Uefa dovrebbe richiamare i vertici del calcio italiano alla cruda realtà. I dati parlano da soli. La Serie A è scivolata in quarta posizione. E’ staccata anni luce da Liga, Premier e Bundesliga. Ci vorranno lustri per tentare di riagganciare nazioni che hanno saputo darsi modelli troppo più lungimiranti del nostro.

La massima serie nazionale ha perso una squadra nelle Coppe gestite dalla Uefa, passando da sette club a sei. In Champions le squadre italiane saranno solo tre. Juventus e Milan sono ammesse direttamente alla Fase a Gironi. L’Udinese, invece, dovrà partire dai preliminari.

Nel contempo Portogallo e Ligue 1 ci stanno ormai con il fiato sul collo, pronte a sorpassarci. Si fa pericolosamente avanti il calcio dell’est Europa. Il danno a livello tecnico-economico sarà deflagrante. Avremo tempo e modo di rendercene conto.

La Figc di Giancarlo Abete non sa più che pesci prendere, travolta da una massa di questioni lasciate irrisolte e dallo scandalo del calcioscommesse. Che Dio ce la mandi buona e senza vento. Per i tifosi, delusi e disincantati, le previsioni per il futuro del calcio italiano sono sempre più fosche.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi