Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – So. Gian.) Il mercato dell’Inter langue. La squadra è da rifondare. La stagione agonistica inizia il 2 agosto con i preliminari di Europa League. Nel mentre le strategie iniziali vanno (quasi tutte) a farsi benedire.

Tanti senatori stanno per lasciare la maglia nerazzurra. In primis il trio di brasiliani formato da Julio Cesar, Lucio e Maicon (QUI i particolari). Eppure tutto è fermo al riscatto di Guarin e all’ingaggio di Palacio (ufficializzato ieri). Nel frattempo Moratti ha perso Lavezzi (passato al Psg) e poi Isla (preso dalla Juve). Dovrà quasi sicuramente rinunciare a Lucas (il San Paolo continua a volere un mucchio di soldi) e forse anche a Destro (per il quale è in rotta di collisione con Juventus e Roma). Lo stesso Jovetic sembra sfumare (su di lui c’è il Napoli).

Torna a brillare la stella di Giovinco, ma anche in questo caso il club nerazzurro si trova ad affrontare l’ennesimo duello con la Juventus (tra l’altro proprietaria della metà del giocatore). Spuntano un paio di voci poco attendibili dalla Bundesliga (Robben? Muller?). Isondaggi con il Palermo per Silvestre sono ancora interlocutori. Insomma, molto fumo e poco arrosto.

Ancora Lucas? Il trasferimento di Ezequiel Lavezzi al Psg ha abbattuto parecchio Moratti. Il Pocho era l’obiettivo principale dell’Inter, che ora insiste nella trattativa per il brasiliano Lucas del San Paolo. In realtà il giocatore sembra proiettato versola Liga. Non per nulla ha dichiarato che “vestire la maglia del Real sarebbe un sogno”. Senza contare che il San Paolo ha rimandato al mittente l’offerta avanzata dagli emissari nerazzurri. Moratti non è affatto disposto ad accettare l’idea di perdere, dopo l’attaccante argentino finito a Parigi, anche la giovane punta carioca. Per questo avrebbe dato mandato ai suoi uomini di rilanciare l’offerta, stanziando 18 milioni di euro in questa prospettiva. Branca è pronto a fiondarsi in Brasile. Staremo a vedere.

Riecco Giovinco? A questo punto Moratti starebbe pensando di tornare su Sebastian Giovinco. La Juventus sul giocatore, che è in comproprietà con il Parma, continua a nicchiare. In attesa delle mosse di Marotta, l’Inter prova a prendersi la metà del cartellino della Formica Atomica di proprietà dei ducali. Il club emiliano vuole in cambio Coutinho e un bel pacco di soldi in aggiunta. Stramaccioni frena, perché è rimasto favorevolmente impressionato dal giovane brasiliano e vorrebbe tenerlo in rosa.

Jovetic addio? Era stato fatto il nome di Jovetic. Il giovane talento della Fiorentina è già nel mirino del Napoli, ma Moratti tenta di giocare con la Viola dei fratelli Della Valle la carta Piazzini. Un cavallo di ritorno sulla cui cessione pesa però, e non poco, il debordante ingaggio (fuori budget per il club gigliato?). Ma l’Inter ha parecchie contropartite tecniche da mettere sul piatto della trattativa.

Due voci dalla Bundesliga. Non trova conferma la notizia di mercato relativa a un interesse di Moratti per Arijen Robben (al quale punta anche la Juventus). Sembra che Moratti abbia chiesto a Wesley Sneijder (anche lui in odore di cessione) un consiglio sull’opportunità di sondare il Bayern per il suo connazionale. Il suo recente rinnovo rende difficoltosa la trattativa, perchè il costo del cartellino è diventato esoso. Da registrare la voce che l’attaccante Thomas Muller avrebbe dichiarato, dal ritiro della nazionale tedesca, che pur essendo seguito dall’Inter lui al momento non ci vuole pensare. Si trova bene al Bayern Monaco, anche se a priori non esclude nulla.

Si tratta per Silvestre. Interlocutorio anche l’incontro con il Palermo, con il quale si è parlato del futuro di Viviano e di Silvestre. Il portiere è in comproprietà con i rosanero, ma potrebbe anche restare in Sicilia. L’Inter ha la facoltà di riscattarlo per 6 milioni entro il 16 giugno, ma la clausola verrà esercitata solo in caso di cessione di Julio Cesar prima di quella data. Niente di fatto sul difensore argentino, chiesto espressamente da Stramaccioni.

So. Gian.www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni6 giorni fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

👉🏾 Questo articolo era stato pubblicato da Calciopress nel luglio 2022, a futura memoria. Lo riproponiamo, perchè Sofia Cantore ha...

Opinioni4 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni1 mese fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali1 mese fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi