Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress –  Lu. Cian.) La stampa francese insiste a scrivere che nella giornata di domani potrebbe essere definitivamente concluso il passaggio al Psg di Thiago Silva. La cifra offerta dal club parigino è tale Che Galliani non può permettersi il lusso di rifiutarla, anche per ragioni di bilancio.

Leonardo muore dalla voglia di consegnarlo ad Ancelotti. Vuole annunciare insieme l’arrivo di Thiago e quello di Lavezzi. Altri due gioielli che lasciano una Serie A sempre più tecnicamente impoverita. Il forte giocatore brasiliano è un top player e può essere considerato uno dei primi dieci giocatori al mondo. Nel suo ruolo di centrale difensivo è di sicuro il primo.

La partenza di Thiago, sommata ai tanti dolorosi addii di fine stagione che hanno falcidiato i reparti rossoneri (in difesa pesa tantissimo la partenza di Nesta), apre una serie di interrogativi sulla qualità del reparto arretrato. O, meglio, di quel che ne resta.

Thiago Silva domani firma per il Psg? La stampa francese. L’Equipe conferma che il difensore brasiliano del Milan sarebbe prossimo a traslocare alla corte di Ancelotti e già domani la sua cessione potrebbe essere ufficializzata. Il suo cartellino sarà pagato una cifra monstre, compresa tra i 40 e i 50 milioni di euro. Le Parisien conferma che il brasiliano, dopo la definizione degli ultimi dettagli e le visite mediche di rito, dovrebbe firmare il contratto con il club parigino domani. Il prezzo del trasferimento sarebbe indicato da questa seconda fonte in 40 milioni di euro. Insomma, sembra solo una questione di soldi.

Chi riempie il buco che lascia in difesa? L’addio di Thiago Silva apre un buco nero difficile da colmare in una difesa già spogliata da molti giocatori di spicco. Un fatto è certo. Se Galliani avesse potuto scegliere, avrebbe forse ceduto più volentieri Ibrahimovic (ma non è poi detto che Ibra rimanga…). La partenza di Thiago riduce il tasso di qualità già ridotto del reparto arretrato rossonero. Partito il top player brasiliano, nella zona centrale Allegri può contare allo stato su giocatori che non non sembrano in grado di assicurare autorevolezza nella copertura di quel delicato ruolo. I tre superstiti (MexesYepes e Bonera) non hanno lo spessore tecnico e comportamentale in grado di conferire a questa delicata zona difensiva un profilo europeo in chiave Champions. Si parla dell’arrivo di Acerbi, ma le cose non cambierebbero di molto sotto questo aspetto. Se a questo si somma la povertà tecnica dei giocatori a disposizione sulle fasce (AbateAntoniniTaiwo) le perplessità sulla tenuta del reparto difensivo non possono che crescere.

Galliani fa rotta su Dedè? L’alternativa a Thiago potrebbe essere un altro brasiliano, vale a dire Dedè. Il presidente del Vasco da Gama ha però smentito finora un interessamento del Milan. Ha detto Roberto Dinamite: “Da parte del Milan non c’è stata alcuna richiesta ufficiale. Interessi? Si parla molto di Italia, Francia, Spagna, Inghilterra, ma chi lo vuole deve presentarsi da noi perché il giocatore ha un contratto fino al 2014 e, almeno per ora, nessuno l’ha fatto. Se, di fronte a un’offerta importante, saremmo disposti a cederlo? Eventualmente sì, ma per ora, ripeto, di offerte non ce ne sono, e non credo che prima della scadenza del suo contratto il giocatore voglia lasciare il Brasile”.

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali12 ore fa

Serie A Femminile, i settori giovanili come plusvalore

La transizione della Serie A Calcio Femminile dallo status dilettantistico a quello professionistico, che si concretizzerà al termine della prossima...

Editoriali7 giorni fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni3 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film