Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress –  Ro. Be.) In attesa di sciogliere il nodo bomber (i nomi che girano sono sempre i soliti: di van Persie e Cavani si è detto fino allo sfinimento), Marotta prova a risolvere il caso Giovinco. E’ imminente l’incontro con il Parma per provare a risolvere la comproprietà senza arrivare alle buste.

Mentre sfoglia la margherita su quello che è stato (con Marchisio) il miglior prodotto recente del vivaio bianconero, la Juventus continua a battere altre piste. Prosegue l’attenzione verso i giovani (LealiVerrattiGabbiadini e compagnia cantando) nel senso della linea verde. Si registra un crescente pressing sul Barça per il centrale difensivo Adriano. Le altre alternative in difesa sono Kolarov e Peluso. Si complica la pista inglese (West Ham) per piazzare Elia e Krasic.

Quale futuro per Giovinco? L’interrogativo è il solito. Sebastian Giovinco è pronto per i grandi palcoscenici? Di fatto lo è, come ha confermato la stagione appena chiusa. Il giocatore ha segnato 15 reti (terzo bomber italiano della Serie A). Un bottino che da solo vale solo un gol in meno di quanti ne abbiano segnati insieme MatriQuagliarella e Borriello. Con Marchisio, Giovinco è quanto di meglio abbia prodotto di recente il vivaio bianconero. Per molti tifosi juventini sarebbe proprio lui il sostituto ideale di Del Piero.

Quali scenari? E’ imminente il vertice tra Juventus e Parma, comproprietari del giocatore, per decidere la destinazione di Sebastian Giovinco. I due club vorrebbero risolvere la questione senza ricorso alle buste. Per evitare questa lotteria bisognerà accordarsi entro le 19 del 22 giugno.La Vecchia Signora vuole evitare intromissioni dell’Inter di Moratti, che guarda con grande interesse al giocatore. L’agente di Giovinco, Claudio Pasqualin, ammonisce: “In tanti anni, ne ho viste di tutti i colori. Nel nostro mondo nulla si può escludere. Ricordo il caso dello stopper friulano Paride Tumburus, compagno di Bulgarelli nel Bologna e in Nazionale: fu valutato in busta dal Vicenza 175 lire, meno di un pacchetto di sigarette dell’epoca (estate del 1971, ndr). Sarà, eventualmente, l’opinione pubblica a valutare quale prospettiva merita Sebastian. Il mio lavoro si limita a scrivere il contratto migliore per lui con chi tra il Parma e la Juve acquisirà le sue prestazioni o, eventualmente, con una società terza”.

Giovinco, Juve si Juve no? La sorte di Giovinco resta dunque un rebus. Marotta pensa di riscattarlo e inserirlo nella rosa a disposizione di Conte? Potrebbe essere, ma non alla cifra che chiede il Parma (tra 12 e 15 milioni) per portare a casa l’intera proprietà. Oppure sta maturando l’idea di cederlo a titolo definitivo al club emiliano? Potrebbe anche darsi, ma la cifra dovrà corrispondere alla esatta valutazione che il Parma azzarda quando parla di cessione.

La Formica Atomica e la linea verde. Vedremo come finirà. Certo l’atteggiamento ondivago di Marotta mal si accorda con la linea verde che sta caratterizzando il mercato juventino. Si registra un grande attenzione della Vecchia Signora verso un manipolo di giovani promesse: IslaAsamoahLealiEl KaddouriPogbaVerrattiBokyeGabbiadiniDestro e via cantando. Perché tutti questi si e Giovinco no? L’agente Pasqualin, sulla possibile esclusione dalla linea verde del suo assistito, esterna qualche perplessità: “Io non mi occupo di strategie. Ci vuole prudenza, ogni presa di posizione sarebbe inopportuna. Da una parte c’è il prestigio della Juventus. Dall’altra la gratitudine al Parma, che ha saputo valorizzare Sebastian”.

Varie ed eventuali. Marotta e Paratici continuano a operare freneticamente sul mercato. Nelle prossime ore è attesa la firma del portiere Leali, che sarà a Torino solo di passaggio e andrà in prestito in qualche club di serie B. Per Verratti la situazione è fluida, come per Gabbiadini. Proseguono i contatti con l’Atalanta ancge per il jolly difensivo Peluso. Sempre forte il pressing su Kolarov. Rispunta il nome di Adriano del Barcellona. I blaugrana si sono già tutelati bloccando Jordi Alba. Per Elia e Krasic sfuma l’ipotesi West Ham? Per il primo lo Schalke 04 avrebbe formalizzato un’offerta.

Ro. Be. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 giorni fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale1 settimana fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale3 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato4 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi