Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Lui. Bel.) L’attenzione della Juventus, dopo gli ingaggi di Asamoah e Isla, è rivolta alla soluzione del caso Giovinco. Marotta vorrebbe risolvere la questione con il Parma senza ricorrere alle buste, ma ormai mancano solo quattro giorni alla scadenza del 22 giugno (QUI i particolari).

Nel frattempo si continua a temporeggiare sul sospirato bomber, l’attaccante da 25 reti a stagione ritenuto  fondamentale da Conte in chiave Champions. La girandola di nomi è continua (Higuain, Torres, Dzeko, Falcao, Damiao, Tevez e e Jovetic). La scelta sembra però ristretta a Robin van Persie, Edinson Cavani e Luis Alberto Suarez.

VAN PERSIE. Il fatto che l’Arsenal abbia già acquistato Podolski  e stia trattando con il Montpellier l’attaccante Olivier Giroud, capocannoniere in Ligue 1 con 21 reti, fa ritenere che il club londinese sia ormai entrato nell’ordine di idee di cedere Robin van Persie. Il giocatore è reduce da un pessimo europeo, che non ha certo contribuito a farne salirela quotazione.  I tabloid inglesi scrivono che l’Arsenal avrebbe fissato il costo del cartellino dell’attaccante olandese a quota 30 milioni di sterline (che fanno circa 37 milioni di euro). Se così fosse la Juve si tirerebbe rapidamente indietro. Una cifra spropositata per la casse bianconere, considerato che il giocatore va in scadenza tra un anno. Marotta non intende mettere sul piatto più di 20-25 milioni di euro. Resterebbe comunque da superare la sostanziosa differenza tra l’ingaggio richiesto dal giocatore (7 milioni) e quello proposto dal club bianconero (5 milioni). Una serie di incastri economici che rendono la pista van Persie poco plausibile nell’era del Fair Play Finanziario

CAVANI. Al primo posto della lista preparata da Antonio Conte c’è sempre Edinson Cavani. L’età (l’attaccante uruguaiano ha 25 anni), la profonda conoscenza della serie A e la grande esperienza internazionale maturata nel corso di questi anni nelle Coppe europee sono tre caratteristiche che lo mettono al top rispetto ai concorrenti. De Laurentiis ha davvero poca voglia di farlo partire da Napoli, dopo che i tifosi partenopei hanno dovuto digerire la dolorosa cessione di Ezechiel Lavezzi. Sembra che per il Matador la Juve avrebbe pronta un’offerta (quasi) irrinunciabile. Si parla di 40 milioni di euro in contanti, ai quali si aggiungerebbero i cartellini di Matri (valore 15 milioni) e di Felipe Melo (per lui ci sarebbe pronta un’offerta del Bayern Monaco di 10 milioni di euro). A questa cifra monstra andrebbe aggiunto un cospicuo ritocco dell’ingaggio (il Matador ha un contratto fino al 2016 da 2,2 milioni a stagione). Un investimento pazzesco (65 milioni di euro!) su un solo giocatore. Con quella cifra si potrebbero prendere due ottimi bomber di livello internazionale. Il gioco vale la candela?

SUAREZ. Ecco così che tutte le strade sembrano portare a Luis Alberto Suarez del Liverpool. Il giocatore ha dalla sua l’età (25 anni) e caratteristiche tecniche che benm si adattano al modulo di Conte. In questo caso tornerebbe anche il costo e ne avanzerebbe di che comprare un altro bomber di pari livello. Marotta avrebbe offerto a più riprese 20 milioni in contanti, più il cartellino di uno tra Elia e Krasic  (esterni che in passato  i Reds hanno richiesto alla Juve). Se i due separati in casa del club juventino venissero ceduti in coppia al club inglese, si arriverebbe a un’offerta complessiva forse irrinunciabile per il Liverpool (che sborsò 35 milioni a suo tempo per rilevare l’attaccante uruguagio dall’Ajax). Il fatto è che sarebbe Suarez a non volersi muovere. Fatto sta che Marotta è pronto ad arpionare il giocatore e vorrebbe farlo quanto prima per togliersi questo grosso pensiero.

Lui. Bel.- www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni3 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi