Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress –  Redazioneweb) Mentre il mercato della Juventus procede senza intoppi e Marotta è in turbinosa operatività (l’ad bianconero punta decisamente anche su Mattia Destro),  Antonio Conte si dichiara tranquillo sulla vicenda calcio scommesse.

Il fatto è che il tecnico bianconero è tra gli indagati per frode sportiva. Una situazione che tiene sulle spine non soltanto lui, ma anche la società e i tifosi.

“L’accusa è pesante – confessa il tecnico bianconero al settimanale “Chi” -, ma io sono sereno perché so quello che ho fatto. I magistrati valuteranno al megliola situazione. Sonoconvinto che la verità verrà presto a galla”.

C’è molto ottimismo in queste parole, ma traspara anche una malcelata preoccupazione. Le dichiarazioni rilasciate da Carobbio, testimone che la Procura di Cremona giudica attendibile e coerente come confermano i rinvii a giudizio che a lui fanno direttamente capo, mettono l’ex capitano della Juve in una situazione difficile.

Conte non nasconde la sua amarezza: “Questi sono giorni di grande delusione. In attesa della conclusione delle indagini, dal 12 luglio andrò in ritiro con la Juventus a Chatillon in Valle d’Aosta. Chi mi ha conosciuto come calciatore e come allenatore sa benissimo chi sono: a volte posso essere duro, difficile, però mi sono sempre comportato con grande onestà e lealtà in ogni situazione”.

In chiusura di intervista spoazio anche alla vita privata. Il tecnico campione d’Italia annuncia il prossimo matrimonio con la sua compagna di lungo corso, Elisabetta Muscarello: “Sono otto anni che stiamo insieme, prossimamente convoleremo a nozze. Ho al mio fianco una grande donna, che cerca sempre di capirmi”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film