Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Ro. Be.) La Juventus spadroneggia sul mercato. Marotta e Paratici si sono assicurati dall’Udinese  Asamoah e Isla, battendo una folta concorrenza. Hanno riportato a casa Giovinco. Si preparano a immettere in rosa un bel gruppo di giovani di belle speranze. Adesso partiranno a testa bassa su Mattia Destro, per strapparlo alla concorrenza di Inter e Roma. Spuntano anche i nomi di Pazzini e Mandzukic. Prosegue la telenovela Verratti. In quanto al top player, la Vecchia Signora al momento non sembra ritenerlo più una priorità. I vari van Persie, Cavani, Suarez, Higuain e compagnia cantando sembrano finiti nel dimenticatoio.

Cambia la strategia per l’attacco? L’attaccante ideale per la Juventus? L’identikit lo ha diffuso lo stesso ad bianconero Marotta, ospite della Bocconi di Milano. La Vecchia Signora cerca, in tutti i reparti e dunque anche nel settore avanzato, “elementi molto motivati, con ingaggi contenuti: non vogliamo star, ma elementi utili al nostro modello vincente”. Non a casao lo slogan della nuova campagna abbonamenti per lo Juventus Stadium è “Abbiamo ancora fame” (QUI i particolari). Quindi alla Juve, per rinforzare l’attacco, arriverà un giocatore con requisiti molto precisi. Forte, giovane, con prospettive per il futuro, economicamente accessibile. Non certo uno come van Persie o come Cavani. Top players di questo prezzo possono aspettare, ammesso che alla Juve interessi ancora svenarsi per un solo calciatore.

Tutti gli indizi portano a Destro. La Juve, dunque, parla sempre meno di top player e punta tutte le sue carte su Mattia Destro. Marotta è stato esplicito: “La Juve è disponibile a valutare una trattativa. Destro ha le caratteristiche dei giocatori che cerchiamo”. La scelta è quella di non rompere gli equilibri che Conte ha faticosamente costruito all’interno dello spogliatoio, la base vincente dello scudetto tornato dopo tanto tempo nella bacheca dello Juventus Stadium. Paracadutare a torino un bomber dallo stipendio strabordante, potrebbe rovinare tutto.

Asta a tre per il nazionale Under 21? Proprio nel momento in cui Moratti e Preziosi sembravano aver sancito l’accordo per il passaggio di Destro dal Genoa all’Inter, è stato il presidente del Siena Mezzaroma a mettersi di traverso. Il club bianconero ha esercitato il diritto di riscatto, versando l’importo (1milione 300mila euro) previsto per accaparrarsi la la comproprietà di un giocatore che a suon di gol (12) ha regalato la salvezza al club toscano. Marotta ha sdegnosamente respinto l’ipotesi di una regia occulta della Juve: “Non siamo dietro al Siena, e non abbiamo avuto nessun contatto con il giocatore. Noi ci siamo limitati ad osservare dall’esterno”. Adesso sarà asta a tre. L’Inter lavora sul Genoa, ma Branca mette le mani avanti: “Destro ci piace, ma bisogna vedere le cifre. Le nostre questioni economiche sono condizionanti”. La Roma fa pressing sul Siena, mentre aspetta di capire il futuro di Borini (va al Liverpool?). Il Siena strizza l’occhio alla Juventus, che per ora se ne sta alla finestra.

Quali alternative a Destro? Mentre la soluzione del caso Destro è tutta da scrivere, la Juventus si cautela cercando alternative. Sembra che Marotta e Paratici, all’unisono con Conte, abbiano individuato i nomi di altri due candidati per l’attacco bianconero che rispondano ai requisiti prima illustrati. Si tratta dell’interista Pazzini e del bomber del Wolfsburg Mandzukic.

Verratti si o no? L’accordo definitivo tra Juve e Pescara per Verratti sembra vicino, ma il Napoli non molla. Intanto la Juve ha ufficializzato che il costo di Giovinco è stato di 11 milioni per riscattare dal Parma la comproprietà dell’attaccante. La Formica Atomica ha firmato un contratto che lo lega alla Vecchia Signora fino al 2015

Ro. Be.- www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 giorni fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale1 settimana fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale3 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato4 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi