Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress –  Redazioneweb) Non sono piaciute a Mario Macalli le dichiarazioni di Demetrio Albertini.

Il vice presidente federale ha criticato il progetto di riforma delle due categorie di Lega Pro (QUI i particolari), sostenendo tra le altre cose che “questa non è una riforma, ma solo un taglio senza progettualità, né condivisione”.

Il presidente della Lega di Firenze (nella foto) replica con prontezza: “Al contrario. Si debbono ritenere fortunati che hanno una Lega Pro come la nostra”.

Netta la chiusura sulla partecipazione alla sua categoria di “squadre B” della massima serie: “Le seconde squadre? Se le possono sognare tuttala vita. Noi puntiamo a un discorso di qualità e certamente non di quantità “.

“Comunque – spiega Macalli – vedremo il 7 agosto quello che avranno da dirci, noi certamente non cambieremo le nostre valutazioni. Per essere chiari, quello che noi chiediamo per il futuro, sono le norme delle iscrizioni ai campionati che dovranno essere riscritte per non avere più società penalizzate e, soprattutto, giocatori regolarmente pagati”.

In chiusura il numero uno della Prima e Seconda Divisione nazionale riprende il tema a lui caro della famosa ‘cantera’ spagnola: “Voglio ricordare che quando l’Italia vinse i mondiali in Germania, di quella squadra ben dieci giocatori provenivano dalla Lega Pro”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film