Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress –  Redazioneweb) La partenza del campionato di Serie B, con le classifiche già scritte e il calendario già compilato (QUI i particolari), rischia di essere totalmente condizionata dal processo in corso a Roma per lo scandalo del calcioscommesse.

Il fatto è che per due club di cadetteria, Grosseto e Lecce, la Procura federale ha chiesto alla Commissione Disciplinare Nazionale (CDN) la retrocessione nella Prima Divisione di Lega Pro (QUI i particolari).

La giustizia sportiva dovrà passare attraverso tre gradi di giudizio per emettere un verdetto definitivo. L’iter, per consentire alla categoria guidata dal presidente Andrea Abodi (nella foto) un inizio regolare della stagione, dovrebbe completarsi entro il 25 agosto. Come spieghiamo dettagliatamente in altro articolo (“Serie B, quale futuro per Grosseto e Lecce?”), si tratta però di una ipotesi piuttosto difficile da realizzarsi.

Mentre la Lega Pro può anche restare in posizione di attesa prima di pensare a eventuali slittamenti del calendario (la partenza della Prima e Seconda Divisione è prevista per il 2 settembre), la serie Bwin deve invece predisporre alcune soluzioni alternative nel caso in cui la sentenza definitiva per Grosseto e Lecce tardasse ad arrivare.

Un’ipotesi potrebbe essere lo scivolamento del primo turno di campionato, con successivo recupero infrasettimanale. Una seconda opzione potrebbe essere quella di sospendere per il momento le partite in cui sono impegnate le due squadre in odore di retrocessione, con la riserva di giocarle in una data successiva.

La Lega Serie B sembra comunque intenzionata a cominciare il campionato il 25 agosto, ricorrendo a uno dei due escamotage in premessa. A meno che non si voglia cogliere cogliere l’occasione per evitare riammissioni (in corsa ci sono nell’ordine Viicenza e Nocerina) e puntare alla riduzione del format (scendendo da 22 a 20 club), da tempo uno degli obiettivi prioritari del presidente Abodi.

D’altra parte va detto che la normativa federale è abbastanza chiara in questo senso. Le Noif parlano infatti di eventuale blocco dei ripescaggi/riammissioni solo nel caso di mancate iscrizioni, non in quello di retrocessioni e/o esclusioni frutto di sentenze della giustizia sportiva.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film