Connect with us

Pubblicato

il

E’ arrivata la tanto attesa firma dell’accordo collettivo tra Aic e Lega Serie A. L’Assocalciatori e i venti club della massima serie nazionale sono arrivati a conclusione della vertenza a margine del Consiglio Federale che si è svolto ieri.

“Siamo molto soddisfatti – spiega il presidente dellAic, Damiano Tommasi – l’auspicio era quello di arrivare a una conferma del contratto collettivo dello scorso anno senza problemi”. Fondamentale la mediazione degli avvocati Briamonte e Calcagno.

Il contratto è composto da 24 articoli. Nel punto 4 si precisa che le retribuzioni saranno in forma mista, con una parte fissa e una variabile.

Un accordo ponte della durata di un anno, in attesa che venga risolto l’ultimo ostacolo. “Manca la convenzione promo-pubblicitaria – precisa Tommasi – per avere un contratto completo sotto tutti gli aspetti e valido per un periodo più lungo”.

Illecito sportivo. Per la risoluzione in caso di “illecito sportivo o violazione dei divieti di qualsiasi fonte in materia di scommesse”, l’articolo 11.4 ter spiega che “la risoluzione del contratto può essere pari all’intera retribuzione, fissa e variabile, dovuta per il periodo della squalifica a decorrere dall’efficacia del provvedimento disciplinare deliberato, anche se non definitivo”.

Fuori rosa. Per il famoso punto relativo ai fuori rosa, nodo dolente del precedente accordo, l’articolo 12.6 risolve così: “In ogni ipotesi in cui il calciatore sia escluso, anche in via preventiva, dalla preparazione e/o dagli allenamenti con la prima squadra, resta comunque fermo l’obbligo della società di fornire al calciatore attrezzature idonee alla preparazione atletica e mettere a sua disposizione un ambiente consono alla sua dignità professionale”.

Tutela sanitaria. L’articolo 14 delega la tutela sanitaria alle società: «Il calciatore si avvale, senza oneri e spese, dell’assistenza sanitaria primaria (compresi interventi chirurgici, ecc. ndr) che la società è tenuta a mettere a disposizione”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 giorni fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale1 settimana fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale3 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato4 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi