Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Per la Nazionale Under 21 il Ferragosto coincide con un’amichevole internazionale di primo piano. Azzurrini in campo con l’Olanda al “Cambuur Stadium” di Leeuwarden (inizio alle 17.30).

Una gara attesa per tanti motivi. Sarà un test probante contro una squadra di qualità che guida il proprio girone europeo, ma anche un esame per tanti volti nuovi in un momento di transizione in cuila Nazionale A ha chiamato alcuni “veterani” dell’Under per la sfida con l’Inghilterra.

Inizia con l’amichevole di domani anche l’avventura di Devis Mangia sulla panchina dell’Under 21. Un esordio, per il neo tecnico azzurro, che coincide con la ripresa dell’attività per gli Azzurrini in vista del doppio impegno di qualificazione al Campionato Europeo in programma il 6 settembre contro il Liechtenstein e il 10 contro l’Irlanda, entrambi sul campo di Casarano.

Ad affiancare Mangia nella conferenza stampa della vigilia era presente il coordinatore delle Nazionali giovanili Arrigo Sacchi, che ha dichiarato: “Mangia è un allenatore che ha lavorato molto con i settori giovanili e ha allenato in serie A, per questo può portare avanti il nostro progetto di un calcio totale”.

Anche se ha avuto poco tempo a disposizione per conoscere il gruppo, Mangia ha già le sue idee: “Sono contento soprattutto dell’atteggiamento e della disponibilità che hanno dimostrato questi ragazzi. Adesso bisogna essere bravi, e anche io dovrò dare una mano affinchè mantengano l’equilibrio, che per loro è fondamentale. Creare la mentalità vincente è uno dei compiti principali di un allenatore, l’obiettivo è quello di far bene anche se dobbiamo riuscire a far passare il concetto che è importante vincere, ma soprattutto il modo in cui si vince”.

Il primo argomento che Mangia ha affrontato con i giocatori è quello che riguarda il gruppo: “Ho parlato – ha sottolineato – del tipo di rapporto che voglio creare con loro, ho chiesto la disponibilità a ragionare su un certo tipo di gioco e la loro risposta è arrivata dal lavoro svolto sul campo in questi giorni”.

Mangia raccoglie l’eredità di Ferrara, un gruppo compatto, di carattere, che ha vinto molte sfide: “Non avverto particolari responsabilità, devo proseguire un lavoro fatto benissimo fino ad ora ed infatti l’idea è quella di riproporre quella squadra. Questa convocazione serve per provare ragazzi nuovi ed allargare la rosa a disposizione, pronti poi per eventuali evenienze che dovessero verificarsi durante la stagione”.

Stretto il rapporto di lavoro con Prandelli: “La prosecuzione di un certo tipo di lavoro e di nomi dipenderà,  come è giusto che sia, dalle scelte che farà la Nazionale A: se Prandelli dovesse chiamare tanti ragazzi di questo gruppo, sarei la persona più felice del mondo perchè vuol dire che si è lavorato bene e che i ragazzi meritano di stare lì. Ma, se non dovesse essere così, l’idea è quella di non stravolgere il gruppo che ha fatto benissimo fino ad ora”.

L’elenco dei convocati

Portieri: Francesco Bardi (Novara), Simone Colombi (Modena), Mirko Pigliacelli (Sassuolo).
Difensori: Luca Caldirola (Cesena), Marco Capuano (Pescara), Giulio Donati (Inter), Alessandro Favalli (Cesena), Paolo Frascatore (Sassuolo), Alberto Masi (Juventus), Simone Romagnoli (Pescara), Mario Sampirisi (Genoa).
Centrocampisti: Marco Crimi (Grosseto), Alessandro Florenzi (Roma), Lorenzo Insigne (Napoli), Karim Laribi (Sassuolo), Luca Marrone (Juventus), Fausto Rossi (Juventus), Jacopo Sala (Amburgo), Federico Viviani (Padova).
Attaccanti: Giuseppe De Luca (Varese), Ciro Immobile (Genoa), Samuele Longo (Inter).

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film