Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) Il campionato della Juventus comincia bene. Allo Stadium i bianconeri, dopo un primo tempo opaco, mettono il turbo nella ripresa e battono il Parma di Donadoni. Una vittoria dedicata al mister invisibile, con Antonio Conte mimetizzato in tribuna e lontano da tutti gli sguardi indiscreti.

Al termine della gara Massimo Carrera tesse l’elogio dello squalificato mister. “Stare in panchina ti porta a gestire la partita in prima persona, si perde un po’ la voce ma sono cose da mettere in preventivo. Conte ha un grande carisma e trasmette una carica straordinaria, cerco di fare lo stesso nei 90 minuti: lavoriamo insieme da un anno ormai, dal punto di vista tecnico-tattico vediamo le cose nello stesso modo, le scelte diventano quasi automatiche”.
L’allenatore juventino promuove la prestazione di e Marrone. “Kwadwo ha subito dimostrato di essere all’altezza della nuova posizione, la partita che ha fatto stasera dimostra le sue qualità. Marrone sta facendo bene, deve lavorare molto ancora perché ha bisogno di un po’ di mestiere da difensore, non sappiamo se riportarlo in mezzo al campo, per ora vediamo come va”.

Il ghanese Asamoah, migliore in campo, dice la sua “Non ho fatto bene soltanto io, siamo una squadra, ci aiutiamo a vicenda e così è più facile giocare. Il mio ruolo? Da quando sono qui il mister mi ha ritagliato questa posizione, per farmi cercare l’1 contro 1: Conte mi ha detto che non devo preoccuparmi di sbagliare, ci sto lavorando molto in allenamento. Sono felice di essere qui, la vittoria di oggi è molto importante, è positivo iniziare con una vittoria, arrivata dopo un primo tempo in cui siamo stati troppo lenti, per poi giocare meglio nella ripresa”.
Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film