Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress –  Redazioneweb) Il tecnico dell’Italia Under 21 Devis Mangia, dopo l’1-0 di venerdì a Pescara e quando mancano poco più di ventiquattro ore allo spareggio che vale l’accesso alla fase finale dei Campionati Europei in Israele, sta preparando la squadra all’atteso ritorno del play off con la Svezia (QUI il regolamento per il passaggio del turno).

“La Svezia all’andata ha fatto quello che ci aspettavamo, noi ora dobbiamo essere bravi a limitare al minimo le loro potenzialità senza snaturarci o stravolgere le convinzioni che hanno acquisito i ragazzi”, spiega tranquillo Mangia.

“Questa mattina – rivela nella conferenza stampa riportata sul sito web della Figc – ho rivisto con i ragazzi alcune cose. Abbiamo fatto cose positive e qualcosina che bisogna migliorare per evitare che ci possano mettere in difficoltà con delle situazioni che già conosciamo.”

A Pescara la squadra, dopo un tempo ricco di occasioni, la squadra è un po’ calata nel finale: “Rivedendo la partita non c’è stato narcisismo, è stato eccesso di generosità o di voglia di dare il proprio contributo che a volte rischia di avere effetti negativi anziché positivi. Ma conoscendo questi ragazzi, posso dire che è tutto fatto in spirito positivo. E’ giusto dare sempre un contributo importante, senza però dimenticare che il contributo importante lo dà ciascuno di noi all’interno della squadra e non fuori dal concetto di squadra.”

Intanto a Kalmar piove. Dopo la gara molto dispendiosa di venerdì all’Adriatico, gli Azzurrini potrebbero trovarsi a giocare su un terreno pesante. Alle 18 di stasera è in programma l’allenamento di rifinitura sul campo della Guldfageln Arena (nella foto).

Mangia non cerca alibi: “Sono contro gli alibi, ma mi auguro che il terreno sia in buone condizioni. I ragazzi hanno quasi tutti recuperato, abbiamo ancora più di 24 ore e penso che alla fine saranno tutti in buone condizioni per la gara. Magariqualcuno non avrà i novanta minuti nelle gambe, ma sono sicuro che daranno tutti il massimo perché penso che in questi momenti subentri qualcosa di diverso rispetto alla condizione fisica: la voglia di andare oltre,  lo stimolo mentale e psicologico per raggiungere un obiettivo che è importantissimo per tutti.”

Ultima battuta sull’esemplare coordinamento tra la Nazionale maggiore e l’Under 21 sottolineato anche dal presidente della Figc, Giancarlo Abete: “Il presidente ha detto una grandissima verità, é come all’interno di un club tra la prima squadra ela Primavera. L’Under 21 deve essere vista anche come un momento di passaggio, di crescita per passare in Nazionale A. C’è piena collaborazione, partendo sempre dal presupposto che la Nazionale maggiore ha ed avrà sempre la precedenza”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni6 giorni fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi