Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress –  Redazioneweb) E’ stato presentato ufficialmente il progetto “B Futura” (QUI tutti i particolari sull’iniziativa della Lega Serie B).

Il presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi (nella foto), ha sottolineato nel suo intervento come sia fondamentale non lasciare sole le società ma di interpretare le loro esigenze “perché, non dimentichiamolo, sono loro le protagoniste di questo spettacolo e che permettono che questo spettacolo vada avanti. A noi il dovere di creare le condizioni perché ciò avvenga nel migliore dei modi possibili”.

“Vogliamo essere sistematici, concreti e sistemici – ha detto poi Abodi – non siamo qui a presentare una pubblicazione ma un modello di sviluppo infrastrutturale. Lo stadio è la casa del calcio, noi vogliamo dare l’opportunità ai club di agire. B Futura nasce a prescindere dall’approvazione del disegno di legge sugli stadi anche se troverebbe un beneficio nel caso questa venisse licenziata dal Parlamento. Il nostro è un progetto di sviluppo presentato in un luogo simbolo della ricostruzione italiana”.

Abodi ha poi concluso il suo intervento citando una frase di Antoine-Marie-Roger de Saint-Exupéry “a cui ci siamo ispirati mentre ragionavamo su B Futura ‘Se vuoi costruire una nave, non radunare uomini solo per raccogliere il legno e distribuire i compiti, ma insegna loro la nostalgia del mare ampio e infinito (*)‘.

Durante la presentazione ha parlato anche il direttore generale della Lega Serie B Paolo Bedin che ha fornito alcuni dati comparativi fra la seconda lega italiana e quelle europee: “Noi abbiamo un tasso di occupazione stadi del 33,5% contro il 57 inglese, mentre la nostra media spettatori a giornata è 6.128 contro i quasi 18mila di Inghilterra e Germania. 13 stadi su 22 della B hanno la pista di atletica e 15 su 22 la copertura solo la tribuna”.

(*) A proposito della frase riportata dal presidente Abodi vi invitiamo a leggere una riflessione di Sergio Mutolo che la contiene, pubblicata da Calciopress il 7 febbraio 2012 (“Calcio, quando anche i tifosi abbandonano la nave“).

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi