Connect with us

Pubblicato

il

Si è conclusa nella serata di ieri l’Assemblea delle società di Serie A, iniziata nel pomeriggio. E’ stato raggiunto un accordo sulla spartizione dei diritti televisivi, sintetizzato dal Presidente della Lega Serie A, Maurizio Beretta: “Alla fine si è trovato un accordo che sarà approvato settimana prossima per la distribuzione dei diritti televisivi e non per il triennio 2012-2015”.

“Per quest’anno si seguiranno i criteri del 2011-2012 – ha spiegato Beretta -, con la novità di un paracadute di 30 milioni di euro previsto per le tre retrocesse, nel biennio successivo i ricavi incrementali previsti saranno assegnati alle prime dieci della classifica”.

Il presidente della Lega ha poi annunciato che sarà una assemblea già convocata per lunedì prossimo a ratificare l’accordo raggiunto ieri sera, che riguarda la ripartizione dei diritti tv per il triennio 2012-2015.

“Fondamentalmente per quest’anno si seguono i criteri già adottati per il 2011-2012, che riguardano il monte dei diritti tv, pari a circa 840 milioni di euro. Per il prossimo biennio è invece previsto un incremento di 17 milioni e di 24 milioni, che saranno tutti utilizzati in chiave meritocratica e divisi tra le prime 10 squadre classificate”, ha spiegato Beretta.

Sale il paracadute per le squadre retrocesse in serie B: “Complessivamente, aumenta pure il cosiddetto paracadute per le tre squadre retrocesse, che sarà pari a 30 milioni di euro, mentre prima andava tra i 7,5 e i 22 milioni”.

Tra le venti società di serie A è comunque emersa qualche posizione contrastante. Ad esempio, il Chievo ha fatto sapere di voler impugnare la decisione presa oggi.

“Il Chievo ha presentato una proposta di aumentare la parte uguale per tutti e di rivedere completamente tutti gli altri parametri di redistribuzione. Una proposta che non è stata accolta, così come non erano passate al voto le altre due, una presentata dalle sei ‘grandi’ e una dell’Udinese”, ha chiarito Beretta.

Redazionewebwww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni1 giorno fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

👉🏾 Questo articolo era stato pubblicato da Calciopress nel luglio 2022, a futura memoria. Lo riproponiamo, perchè Sofia Cantore ha...

Opinioni3 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali1 mese fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi