Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

(Calciopress – Lu. Cian) Al termine di un incontro a tre Berlusconi, Galliani e Allegri hanno fatto il punto sulla finestra di gennaio (“Calciomercato Milan, un rimescolamento della rosa“).

Un appuntamento al quale il Milan guarda con fiducia e nel contempo con apprensione per provare a  rimettere insieme i pezzi di una squadra che sta tradendo tutte le aspettative. Si prospettano tre cessioni eccellenti che serviranno per puntellare la difesa e l’attacco (Milan tra poche conferme e molte cessioni eccellenti).

In particolare il reparto difensivo rossonero è a pezzi. Il Milan ha subito finora 16 reti. Le alternative percorribili da Allegri per schierare una difesa a quattro decente sia sulle fasce che nella zona centrale si vanno assottigliando.

Chi gioca sulle fasce? In quattro sono fuori. Fermi per infortuni di diversa entità i vari Abate, Antonini, e Mesbah non hanno però mai pienamente convinto. Il lungodegente Didac Vilà resta un oggetto misterioso. Ecco quindi che Allegri è obbligato dall’esiguità della rosa a scelte secche che lo convincono fino a un certo punto. Per ora si gioca con De Sciglio a destra e l’ondivago Constant a sinistra. Può bastare? E, soprattutto, quanto potrà durare?

Al centro salta anche Bonera? Nella zona centrale la situazione è ancora più critica. C’era da raccogliere la pesante eredità di Nesta e Thiago. Qui i numeri ci sarebbero, però manca del tutto la qualità. A ciò si aggiunge la possibile defezione di Bonera, uscito anzitempo nella gara con la Fiorentina. Per lui il rischio è uno stop di almeno trenta giorni. Una vera iattura per Allegri, visto che il centrale ha giocato 13 partite ufficiali su 16 (delle quali nove in campionato). Fin qui è stato praticamente l’uomo di punta del tecnico livornese in difesa, il che è tutto dire visto il confronto con i suoi predecessori.

Mexes sempre più deludente. Anche Mexes non ha affatto convinto nelle nove partite in cui è stato utilizzato (con la Fiorentina una vera frana!). Allegri ha dato grande fiducia al centrale francese, che però continua a esprimersi in campo in modo altamente ondivago, tanto che si era parlato nelle settimane scorse di una sua possibile cessione. Il problema? L’ingaggio strabordante che (quasi) nessuno ha la voglia di accollarsi di questi tempi.

Chi parte tra Acerbi, Yepes e Zapata? Il più sicuro di conservare il posto sembra Mario Yepes. Il giocatore colombiano è stato utilizzato otto volte e gode della fiducia di Allegri molto più di Zapata e Acerbi. Il primo fatica ad adattarsi alla difesa a quattro, abituato come era nell’Udinese al modulo a tre utilizzato da Guidolin. Il secondo proprio non riesce a farsi vedere dal tecnico rossonero ed è stato utilizzato solo quattro volte. Due tra Acerbi, Mexe, Yepes e Zapata potrebbero fare le valigie. Il maggior indiziato al momento sembra proprio Acerbi.

Lu. Cian. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film