Connect with us

Pubblicato

il

(Calciopress – Redazioneweb) L’anticipo tra Sassuolo e Modena è il piatto forte della 18a giornata di andata della Serie bwin. Un turno che vede il Livorno a Vicenza, l’Hellas Verona al Bentegodi con l’Ascoli, un interessante Cittadella-Varese e uno Spezia-Bari in chiave play off. La presentazione della giornata (fonte: il sito web della cadetteria).

Sassuolo-Modena venerdì ore 20,45. Previsti 10.000 spettatori per una partita che non è solo un derby ma un vero e proprio big match tra una squadra che vuole restare al primo posto e un’altra che punta ai play off. Nel Modena manca Lazarevic. Le due squadre hanno fra le difese migliori, la prima e la terza della Serie bwin con cinque gol di differenza a favore dei neroverdi. Cambia invece l’attacco: il Sassuolo ha realizzato 32 gol, dieci in più del Modena, che attualmente si trova al settimo posto in classifica a un punto dal terzetto al sesto posto (QUI tabellini e marcatori).

Brescia-Reggina sabato ore 15. Non è un testa coda ma le due squadre lottano per obiettivi diversi. Il Brescia, quarto, in casa non ha mai perso: ha vinto cinque volte e pareggiato tre. Di reti ne ha subite soltanto tre. Di diverso e opposto segno i risultati della Reggina fuori dal Granillo, che ha racimolato solo cinque punti frutto di una vittoria, a Bari, tre pareggi e cinque sconfitte. Squalificati per le Rondinelle Andrea Caracciolo e Demiao.

Cesena-Empoli sabato ore 15. I bianconeri si trovano davanti chi è stato capace di portare a casa sette risultati utili nelle ultime otto partite. Un Empoli che ora si è agganciato al treno che vede i play off. Nel Cesena, che manca di Tonucci, la vittoria è un tabù da cinque turni, tre punti che sono stati portati a casa solo tre volti quest’anno e sempre al Manuzzi dove si è preso 12 dei 27 punti a disposizione. Nell’Empoli occhio a Tonelli, Saponara, Tavano e Maccarone fra i migliori nelle statistiche nei rispettivi ruoli.

Crotone-Virtus Lanciano sabato ore 15. Sfida salvezza anche se i calabresi sono avanti di quattro punti nei confronti degli abruzzesi, in piena zona play out. Rossoneri macchina da guerra allo Scida dove però l’ultima volta hanno perso contro il Padova: 14 i punti ottenuti, grazie a quattro sconfitte, due pareggi e due vittorie. La Virtus Lanciano fuori casa viaggia più forte che al Biondi grazie a due successi, ottenuti a Vicenza e a Reggio, e a due pareggi in otto partite.

Grosseto-Pro Vercelli sabato ore 15. Il Grosseto ultimo non può più permettersi passi falsi, il campionato è lungo ma i punti di distanza dalla zona salvezza, otto, iniziano a essere tanti. Maremmani che arrivano incerottati per le assenze di Barba, Calderoni e Padella. Probabilmente rientra dal primo minuto Crimi. E’ uno scontro salvezza dal momento che anche i piemontesi si trovano al terzultimo posto, con soli due punti ottenuti in trasferta grazie a due pareggi e a nessuna vittoria.

Hellas Verona-Ascoli sabato ore 15. Gli scaligeri non hanno mai perso in casa, i bianconeri tranne che ad Ascoli non hanno mai fatto bottino pieno fuori dal Del Duca. Però l’attacco marchigiano con il rientrante Zaza può far male a tutti, anche se dal numero di gol messi a segno, 19, il nono peggior attacco del campionato, non si direbbe. I gialloblù invece hanno il terzo miglior attacco e la seconda miglior difesa ma, se non dovessero ribaltare lo svantaggio di Cittadella, arriverebbero da tre non successi consecutivi. Un record.

Novara-Padova sabato ore 15. Il Novara vuole ribaltare la maledizione, che lo ha visto sconfitto nelle ultime due partite nei tempi di recupero e che non le vede vincitore da nove turni (in casa dal 13 ottobre, 4 a 2 al Brescia). Il Padova in trasferta non ha un rendimento all’altezza dell’Euganeo, dove ha vinto tre volte ma perso altrettante (e pareggiato due). Diverse le ambizioni delle due squadre: i piemontesi si trovano al penultimo posto a dispetto del proprio potenziale, mentre i veneti fanno parte del terzetto al quarto posto.

Spezia-Bari sabato ore 15. E’ il big match del sabato, fra due squadre discontinue ma dal potenziale incredibile e dall’alto tasso di divertimento. I bianconeri arrivano all’appuntamento non vincendo da cinque turni: l’ultima volta è stato in casa col Crotone per 3 a 2 un mese fa. Sansovini da una parte, capocannoniere con 12 reti, e Caputo dall’altra (otto gol) rendono ancora più avvincente l’incontro in area avversaria. I pugliesi sono a due punti dai liguri, non perdono da quattro turni e hanno vinto due volte nelle ultime tre occasioni.

Ternana-Juve Stabia sabato ore 15. La rivelazione della prima parte di campionato, che non vince però da dieci turni, contro la sorpresa di questa seconda parte di torneo, capace di arrivare fino alla zona play off grazie anche alla vena di Danilevicius e Caserta. Campani che fuori casa quest’anno hanno già vinto tre volte, umbri che invece rimandano questo appuntamento dal 6 ottobre.

Vicenza-Livorno sabato ore 15. Match fra una squadra in crisi, capace di vincere una sola volta nelle ultime dieci partite, e gli ospiti lanciati verso i primi posti in classifica con il miglior attacco del campionato e con il maggior numero di vittorie insieme al Sassuolo, 12. Biancorossi senza Lo Youssou e Giani, mentre gli amaranto cercano la settima vittoria fuori casa dove hanno ottenuti gli stessi punti che in casa: 19.

Cittadella-Varese domenica ore 12,30. Cittadella senza Schiavon, e con un super match infrasettimanale per la Tim Cup sul groppone, Varese invece senza Nadarevic nel bellissimo posticipo della 18a giornata fra due delle squadre più divertenti e meglio organizzate del campionato. Due formazioni che lottano per i play off e che hanno quattro punti di distanza (ma i veneti hanno una partita da recuperare, anzi otto minuti). Il Cittadella in casa ha perso una sola volta, con il Modena, mentre i lombardi fuori dall’Ossola hanno un andamento speculare: tre vittorie, due pareggi e tre sconfitte.

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni3 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi