Connect with us

Pubblicato

il

Il presidente di Lega Serie Bwin Andrea Abodi 2Niente di fatto. La votazione per eleggere il nuovo presidente della Lega serie A va a vuoto per la seconda volta (QUI i particolari).

Si continua ad andare avanti in modo precario nel segno di Beretta, da tempo immemore dimissionario. La massima serie nazionale non riesce a darsi una guida. Prossima puntata del tormentone fissata per venerdì 18 gennaio alle 11.

“Credo che il Palazzo abbia perso un’occasione, non con me ma con chiunque. Io speravo che ci fosse un sussulto di dignità, ma non c’é stata”, ha spiegato il candidato Andrea Abodi (nella foto), presidente uscente della Serie b, che nella votazione di ieri ha ottenuto 8 voti contro i 14 necessari per essere eletto.

“Non ho voluto parlare di programmi perché finché non c’é chiarezza su come stare assieme é inutile. La Lega prima di parlare di fatturati deve mettere ordine sulle regole dello stare assieme. Evidentemente non c’é ancora quell’ordine mentale. I progetti contano poco, contano le persone, come si comportano, come parlano. Non c’é orgoglio di appartenenza per il momento, ci sono troppe divisioni invece di pensare a una casa comune”, ha aggiunto ancora Abodi uscendo dagli uffici della Lega a Milano.

“Non mi sono mai candidato, mi hanno candidato, proseguo la mia vita felice e sereno. Non é la serie A che mi dà o mi toglie qualcosa in più. Oggi si respirava un’atmosfera tesa. L’assemblea é iniziata con due ore e mezza di ritardo e questo é il termometro di come qui le regole non funzionino. Si é mantenuto un livello di consensi significativo ma bisogna dare significato ai numeri e non c’é la volontà di fare un passo in avanti. E io faccio un passo a lato…”, ha proseguito Abodi gettando più di un’ombra sul futuro prossimo della Lega di A.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi