Connect with us

Pubblicato

il

Il presidente di Lega Serie Bwin Andrea Abodi 2B Futura lancia lo stadio sostenibile della Serie Bwin (“Serie B, Abodi presenta gli stadi del futuro”) e si mette a disposizione dei club che vorranno utilizzarne la piattaforma operativa.

“B Futura – ha ricordato il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi (nella foto) – è stata concepita a metà dello scorso anno, prendendo spunto da una constatazione, una necessità e una convinzione: la prima relativa all’oggettiva difficoltà di poter usufruire a stretto giro di una ‘legge obiettivo’ in grado di fornire certezze di tempi, modi e condizioni dell’iter amministrativo, la seconda collegata all’esigenza indifferibile di ammodernare i nostri impianti tristemente inadeguati ai tempi e l’ultima, certamente non per importanza, ispirata dalla convinzione che un stadio o un centro di allenamento rappresentino la casa degli appassionati, quindi meritino di essere decorosi, ospitali  e funzionali alle esigenze dei singoli e della comunità”.

“Se la legge sugli impianti sportivi dovesse arrivare – ha concluso Abodi – tanto meglio, ma in ogni caso B Futura coltiva l’ambizione di diventare una sorta di attivatore e di acceleratore di microsviluppo territoriale”.

Alla presentazione del progetto, che ha visto la partecipazione tra gli altri del vicepresidente vicario della Figc e presidente della Lnd Carlo Tavecchio, del responsabile dell’Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive Roberto Massucci, del direttore generale della Figc Antonello Valentini e del vicepresidente Anci e sindaco di Livorno Alessandro Cosimi.

Il responsabile dello sviluppo dell’Uefa Thierry Favre si è detto felice “di poter portare in giro un esempio positivo sull’impiantistica degli stadi”, mentre il direttore generale del Ministero dell’Ambiente Corrado Clini ha spiegato come B Futura “presenti molte buone pratiche di esempi che potrebbero essere il driver di iniziative e azioni che il ministero sta portando avanti e che possono intersecare il nostro cammino”.

Ad ascoltare gli interventi in platea anche il neo direttore generale della Coni Servizi Michele Uva con i patron del Siena e del Brescia, Massimo Mezzaroma e Gino Corioni. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi